canvas pagine

Hallo Coglioni!

Si sta chiudendo una settimana memorabile! La settimana degli ubriachi, dei delinquenti, ma soprattutto dei Coglioni! Lo scrivo con lettera maiuscola poiché il termine è stato finalmente sdoganato dalle più alte cariche istituzionali e senza ombra di dubbio merita tutto il rispetto del caso. Esemplare è stato il caso della trasmissione radiofonica Viva Radio Due (Baldini- Fiorello) dove in circa due minuti sono stati riassunti tutti i titoli dei vari telegiornali nazionali pregni della “notizia”. Altra chicca radiofonica che merita menzione è il venerdì pomeriggio di Radio24. Alla domanda “Avete compreso i programmi esposti dai partiti in questi giorni?” il programma e stato invaso da telefonate e sms dai contenuti che così brevemente riassumo: – Non ho capito niente. – Votavo sempre x, ora voterò y – campagna elettorale troppo volgare….- . Devo convenire che queste ultime votazioni rappresentano sicuramente una svolta nel modo di condurre una campagna elettorale. Com’era spiegato su Radio24 i partiti sanno benissimo quale sia la tendenza del voto degli elettori, questo grazie ai celebri (e segretissimi) sondaggi in loro possesso. E’ ovvio che la necessita di ribaltare o confermare una tendenza del voto obbliga i contendenti a battere giù duro con l’intento di lasciare nella testa della gente l’immagine più incisiva. Tutto questo in una forma di tentativo di scopiazzatura del sistema Americano. Peccato che il sistema Americano che tutti bramano non sia proprio così; la volgarità, le offese dirette, i tiri mancini non vengono MAI mossi dai leaders politici. E’ obbligo che il candidato assuma il ruolo più asettico possibile per ben figurare con l’opinione pubblica. Questo ovviamente non significa che non si usino i colpi bassi e a sorpresa, ci mancherebbe! Solamente che queste manovre sono affidate alla piccola manovalanza politica e vari sostenitori. Se ricordate anche nelle recenti campagne elettorali usa non sono mancati attacchi personali ai candidati con riferimenti ad ubriacature, scarso patriottismo, ecc…mai però queste parole sono uscite dalla bocca dei diretti contendenti.I nostri politici ovviamente hanno risolto la cosa “all’italiana”, un po’ di qua…un po’ di là. Mi chiedo solamente se questa sia la strada giusta. Li vogliamo veramente così, qualunque colore essi rappresentino?

Questo articolo è tratto dalla prima versione del blog chiuso nei primi mesi del 2006
Share

, ,