canvas pagine

Stupri quotidiani

Nel precedente post aleph m’invitava a ritornare con la mente ad un suo vecchio articolo dove avevamo, tra l’altro, discusso sui casi di violenza alle donne perpetrati in quei giorni. Purtroppo quelle parole non si sono trasformate in ricordi lontani. Quotidianamente saltano fuori nuovi casi un po’ in tutta Italia. Viene quasi da chiedersi se all’inferno abbiano aumentato gli affitti e tutti i demoni stiano cercando “casa” qui da noi! Quando la brutalità delle persone inizia a riproporsi con episodi sempre più numerosi e ravvicinati nel tempo si pensa subito all’emulazione da parte di soggetti che, forse, non “stimolati” dal clamore dei primi casi se ne sarebbero stati buoni buoni. E’ vero che l’emulazione diventa cibo per gli imbecilli da quando esiste l’uomo ma per quanto riguarda i fenomeni di questi giorni ho qualche dubbio in proposito. Se i violentatori di questi giorni sono quelli descritti dalla stampa ho qualche difficoltà nel vederli sfogliare Il Corriere Della Sera o guardare gli approfondimenti del TG1. Dubito che i violentatori di Bologna si possano in qualche modo “ispirare” a quelli di Roma (tanto per fare due esempi a caso), penso abbiamo preso le loro scellerate decisioni a prescindere da quello che succede nel resto del paese, magari sbaglio…però il dubbio mi rimane. La violenza è un fenomeno tragicamente quotidiano. Di tanto in tanto esce il caso eclatante che riesce ad attirare l’attenzione dei media creando poi un effetto domino utile a mettere il luce altri episodi analoghi. Qualche dubbio? Sulle “bizzarrie” della stampa ho già scritto in passato citando anche situazioni personali. Se volete approfondire leggere qui.

Share

, ,

5 commenti a Stupri quotidiani

  1. Zago 17 febbraio 2009 at 19:59 #

    Ti risposi anche l’altra volta.
    Sarà anche vero che la violenza è insita nell’uomo ma da quando sono arrivati tutti questi stranieri senza controllo le cose sono peggiorate. Arrivano da paesi dove le donne valgono meno di una capra e i risultati si vedono.

  2. gaz 17 febbraio 2009 at 22:21 #

    Purtroppo Zago ha ragione, ho conosciuto più di una donna dell’est che una volta arrivata qui per lavorare non ha più voluto tornare dal compagno violento e ubricone. Ma penso che la violenza strisciante stia aumentando indipendentemente dalla nazionalità, purtroppo i valori di rispetto e di tolleranza non sono più riconosciuti come fondamentali e il nostro governo reazionario non fà altro che favorire questa barbarie.

  3. Mexico 18 febbraio 2009 at 15:19 #

    Io dico solo che non mi vergogno di dire che adesso ho paura ad uscire la sera

  4. aleph 18 febbraio 2009 at 17:21 #

    Credo che il fenomeno abbia connotati che sfuggono a noi gente ‘normale’ , perchè la sola emulazione non spiega, la sola sottoculura maschilista non spiega, la sola violenza come dimostrazione di forza non spiega, non spiega come mai questi episodi si presentino a grappoli come ci fosse un passaparola che ne da’ il via…c’è qualcosa che non mi quadra, ma non riesco a definire cosa, qualsiasi analisi mi lascia perplessa. Soprattutto mi domando : quanti stupri rimangono inespressi quotidianamente e ad opera di amici o persone conosciute, che straniere non sono’ Boh!

  5. aleph 18 febbraio 2009 at 17:33 #

    PS. ho letto l’altro articolo citato : beh, si da’ da pensare. Sopratutto non si capisce il perchè di certe invenzioni, come quella del pescatore, che nulla tolgono o aggiungono alla drammatica vicenda. In ogni caso : ma tu…ti metti in casa due polacchi nudi nel cuore della notte così ??? Certo che sei strano forte….

Lascia un commento