7 thoughts on “Arte biologica

  • 10 Giugno 2009 in 23:04
    Permalink

    Siete un po’ fuori strada…magari più avanti spiegherò l’immagine.

    Rispondi
  • 10 Giugno 2009 in 23:27
    Permalink

    Anche io ero andata in quella direzione…
    però tu parli di arte… l’hanno inagurata ieri la Biennale di Venezia, possibile che ci sei già stato?
    Fulmineo 😉

    Dacci un’indicazione… please

    Rispondi
  • 11 Giugno 2009 in 00:15
    Permalink

    Ok. volevo aspettare un po’ ma…non resisto! 😈
    Quel “quasi cerchio” che si vede nel mezzo (l’inquadratura non gli rende giustizia) è stato il motivo che mi ha spinto a scattare questa foto ed usare la parola arte. Arte della natura ovviamente.
    Quello che si vede nella foto è un letto d’essiccamento in un impianto di depurazione. Il fango liquido “frutto della depurazione” è stato versato in una vasca drenante. Il drenaggio e l’azione del sole hanno eliminato gran parte dell’acqua presente nel fango e la parte superficiale ormai secca si sta rompendo.
    Un po’ alla volta il fango si seccherà completamente trasformandosi in terriccio nero simile a quello che compriamo per le piante dei nostri terrazzi.
    Un destino che può avverarsi anche per questo genere di fanghi se supera una serie di analisi chimiche.
    Tutto qui 🙂
    Alla biennale quasi sicuramente ci andrò ma più avanti.

    Rispondi
  • 11 Giugno 2009 in 11:25
    Permalink

    Di arte non ne capisco niente e per questo me ne stavo zitto per non fare brutta figura.
    Ora che hai dato la spiegazionemi mi sento più tranquillo. Praticamente è un’opera d’arte che la natura ha fatto con la cacca?
    Meraviglioso! Sei un grande! 🙂

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi