Ausiliario della sosta

Sto tornando al parcheggio dove ho lasciato la macchina quando sento che mi arriva un sms. Estraggo il telefono dalla tasca e mi sposto all’ombra di un albero per riuscire a leggere il contenuto del messaggio; il display scuro del mio cellulare è praticamente illeggibile in presenza di forte luce solare. Sto per iniziare a leggere  quando sento una voce alle  mie spalle.
-“Buongiorno.” – Mi volto e vedo un ausiliario della sosta riconoscibile dal tipico giacchino e dal blocchetto in mano.
-“Buongiorno. ” – Rispondo io abbassando per un instante gli occhiali da sole (non trovo educato salutare/presentarsi alle persone nascondendo lo sguardo) e riprendo la lettura dell’sms.
– ” La gente non vuol proprio imparare” – Dice lui agitando il blocchetto che tiene in mano. -“Già”- Rispondo distrattamente preso come sono dall’sms. A quel punto l’ausiliario mi mette davanti al naso la copia  di un avviso di accertamento d’infrazione (una multa….chiamiamola per nome…).
Gli dico:-“E di questo cosa dovrei farne?” –  Risponde:- “oggi ci sentiamo spiritosi, vero?” – Solleva il tergicristallo dell’auto che gli sta accanto e dopo averci infilato sotto la multa la fa ricadere rumorosamente.
Si gira verso di me e con un’espressione di trionfo stampata sul viso  mi augura un buongiorno quasi lirico. -“Buona giornata anche a lei”- rispondo, ed estraggo dalla tasca le chiavi delle mia macchina. Aziono il telecomando ed un bip-bip mi segnala l’apertura delle portiere dell’auto. Non l’auto multata dal nostro bravo ausiliario ma quella accanto fornita di regolare tagliandino d’avvenuto pagamento del parcheggio posto sul cruscotto. Salgo sull’auto e lentamente m’allontano osservando attraverso lo specchietto retrovisore la figura di quell’uomo immobile con lo sguardo fisso sul blocchetto che tiene in mano.
Nota: l’immagine di presentazione ritrae il luogo del misfatto. Ovviamente la foto è successiva all’episodio che sto raccontando.

8 thoughts on “Ausiliario della sosta

  • 12 Giugno 2009 in 23:32
    Permalink

    Tie! hehehe! son piccole soddisfazioni, non condivise …con l’ausiliario 😉

    Rispondi
  • 13 Giugno 2009 in 11:47
    Permalink

    Sicuramente un fallito che non ha trovato posto ne in polizia, ne in carabinieri o altra divisa disponibile.
    Ecco che misera fine ha fatto la sua voglia di potere. Lo dovevi fotografare, così ce lo mostravi questo paladino della legalità!

    Rispondi
  • 13 Giugno 2009 in 13:39
    Permalink

    Il posto mi è familiare e temo anche questi pseudo sceriffi del piffero!
    😉

    Ciao Caigo

    Rispondi
  • 13 Giugno 2009 in 15:25
    Permalink

    Capita di rado, ma quando capita è bellissimo. Di riuscire a sfottere senza usare parole (bello il “buona giornata”) chi si sente investito di un potere divino perché ha un blocchetto in mano. Salutalo anche da parte mia.

    Rispondi
  • 13 Giugno 2009 in 21:34
    Permalink

    Da me c’è uno che si nasconde agli angoli delle strade e quando la gente scende dalle macchine per andare a prendere il giornale o in farmacia esce e ti caccia la multa”!
    Odioso! 🙁

    Rispondi
  • 14 Giugno 2009 in 16:07
    Permalink

    ahahahahhahh…una scena da film. Queste son le soddisfazioni che rallegrano una giornata!

    Rispondi
  • 11 Febbraio 2011 in 22:27
    Permalink

    Caspita, gli deve essere venuto un travaso di bile quando ti ha visto andare via indenne! 😆 😆 😆

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi