Perché x-worm

Non sono mai stato un grande appassionato di fumetti, da bambino avrò letto si e no una decina di Topolino e qualche Marvel (Fantastici Quattro). Più fortuna ho avuto con Tex che, in parte perché ereditati, ho collezionato dal numero 1 fin quasi al 300, poi…basta, con i fumetti ho praticamente chiuso. Ciononostante l’arte del disegno mi ha sempre affascinato perché la capacità di raccontare delle storie in punta di matita è un dono meraviglioso e non a caso ho usato la parola “arte”. Arte che a mio parere coinvolge anche i “cugini” dei fumettisti, ovvero i vignettisti; persone in grado di farci sorridere, arrabbiare , riflettere con solo una o due tavole. Pochi centimetri di disegno che sanno colpire come, ed a volte meglio, di un servizio giornalistico lungo ma vuoto. Affascinato da questa forma d’espressione ho deciso di provare ad inserire nel blog tra i tanti post “verbali” anche qualche striscia. Lo dico subito…è una cosa sperimentale che faccio “in punta di piedi” e con una tonnellata di umiltà sulle spalle, sia chiaro. Io non so disegnare, non ho l’istinto da predatore del vignettista, non ho ne tecnica ne esperienza, solo la voglia di giocare un po’ con i colori per raccontare cose che difficilmente approfondirei con i post tradizionali.

L’idea di usare dei vermi come protagonisti delle vignette mi è venuta grazie ad una associazione di idee…Perché non puntare su dei protagonisti di facile realizzazione? (Sono furbissimo, faccio colazione con pane e volpe tutte le mattine!) 🙂 . Perché non usare dei protagonisti non-umani? Delle creature semplici immuni da logiche di potere e “progresso”.A queste creature si potrebbe dare la capacità di parlare e di stupirsi e le figure dei vermi si prestano benissimo a questa immagine; vivono nel terreno sotto di noi e possono…potrebbero…osservarci e giudicarci. Anche il nome, vermi, è adatto ai protagonisti in quanto si presta a tante interpretazioni favorendo una certa flessibilità nella creazione delle storie. Purtroppo (per modo di dire) ho scoperto che i vermi esistono già ed “appartengono” ad uno bravo, ma veramente bravo, non un pistola del disegno come me. Per questo motivo ho deciso di battezzarli X-Worm ispirandomi ai mutanti del famoso fumetto X-Men, in fondo stiamo parlando di vermi mutanti 😉

« La mutazione è la chiave della nostra evoluzione. Ci ha consentito di evolverci da organismi monocellulari a specie dominante sul pianeta. Questo processo è lento e normalmente richiede migliaia e migliaia di anni, ma ogni qualche centinaio di millenni l’evoluzione fa un balzo in avanti. »

6 thoughts on “Perché x-worm

  • 4 Novembre 2009 in 23:27
    Permalink

    Non mi sono dimenticata di te e che avrei bisogno di una segretaria blog. Carinissima come idea, io metterei anche un verme donna con le ali dal nome Vola dal color lilla.Di fumetti ero appasionata di Dylan Dog li collezionai dal primo numero, mi piaceva disegnare a matita, mi appasionai, da morire , poi un giorno ci fu qualcosa che mi fece male, dovetti abbandonare i miei quadri,alcuni li regalai, non ne ho neanche uno ,li persi ,cosa strana da dire si parti e il mio ex li regalo,dipinti e quadri a degli sconosciuti, da allora non metto piú mano ad una matita. Tutto da dilettante. Alcuni schizzi li ho in massarda. X-men wolverine, carinissimo film ho visto tutte quattro i film ultimamente.Bella idea.Vola e un bacione e perdonami se non sono presente, quanto tu dai a me.VolareLiberi

    Rispondi
  • 5 Novembre 2009 in 12:02
    Permalink

    Mi sembra che nonostante l’inesperienza e le poche pretese questi vermetti promettano bene… Attendo curiosa altre vignette!

    Rispondi
  • 5 Novembre 2009 in 20:06
    Permalink

    1 + 10… pazzesco!
    il verma gode di un’ingiusta fame, più consona agli umani che ai vermi stessi. spero che i tuoi fumetti gli rendano giustizia! ^__^

    Rispondi
  • 5 Novembre 2009 in 20:30
    Permalink

    @ Volare – non serve che ti scusi , qui non si timbra il cartellino 😉
    @ Volare/Ross/Diana – vedremo di fare qualcosa di buono se ci riesce.

    Rispondi
  • 8 Novembre 2009 in 12:28
    Permalink

    Grazie mille e complimenti per i tuoi fumetti.
    E come mi ha detto un disegnatore di vermi prima di me: “ogni scarrafone è bello a mamma sua”.

    Ciao
    Rouge

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi