Notice: Undefined index: id in /home2/blumanna/public_html/wp-content/plugins/jetpack/_inc/lib/class.media-summary.php on line 118

Notice: Undefined index: id in /home2/blumanna/public_html/wp-content/plugins/jetpack/_inc/lib/class.media-summary.php on line 119

Aids: negato e cancellato.

Martedì, come ogni primo di dicembre, si è celebrata la giornata mondiale di lotta all’Aids. Un blogger piccino piccino come me non ne avrebbe voluto parlare perché il mio peso nel web e la competenza in materia non sarebbero tali da poter aggiungere nulla di nuovo o utile alla causa. Blog e siti più o meno istituzionali hanno fatto la loro parte più che bene, l’unica cosa che mi sento di “sottolineare” è questo improvviso interesse oggi nel 2009. E’ dal 1998 che si celebra questa giornata, ma onestamente, non mi sembra di ricordare qui in Italia una campagna d’informazione cosi presente negli ultimi anni. Mi viene da pensare che il “non parlarne più” di questi ultimi tempi abbia fatto abbassare la guardia nella popolazione facendo ri-aumentare i casi contagio. Quale altra spiegazione ci potrebbe essere altrimenti?

Tornando ai motivi di questi post: Nel mio girovagare nel web ho l’abitudine di salvare link che immagino possano tornare utili per affrontare un argomento da trattare nel blog, il tutto, meglio se “decantato” da commenti ed emotività scatenate dall’attualità della notizia .Tra tutti questi link ovviamente ci sono anche quelli legati al tema dell’Aids; link che ho cominciato a scorrere in questi giorni per rinfrescarmi la memoria in occasione della celebrazione. Ho così scoperto che gran parte dei video legati alle campagne di lotta contra l’Aids erano scomparsi! La rimozione di un video ci può stare per cento motivi, ma quando i video scomparsi cominciano ad essere parecchi…. beh, qualche sospetto può sorgere. Non voglio parlare di vera è propria censura (non lo voglio neppure pensare) ma dell’azione di qualche “untore del web” si. Qualche benpensante che per una forma di rifiuto verso tutto le immagini o i video “forti” preferisce non vedere e non far vedere. Non importa se questo negare tutto porta conseguenze disastrose come il diffondersi di malattie…”qualcuno” provvederà.

Ho fatto una breve ricerca ed ho ritrovato uno di questi video maledetti. Pubblico il link, anzi pubblico proprio il video e voglio vedere se resisterà nel tempo o se darà tanto fastidio da sparire…ancora.


16 pensieri riguardo “Aids: negato e cancellato.

  • 3 Dicembre 2009 in 20:54
    Permalink

    Hai fatto bene a pubblicare questo video; è forte, certo, ma è perfetto per lo scopo.

    Risposta
  • 3 Dicembre 2009 in 22:53
    Permalink

    Ora che mi ci fai pensare è vero; l’anno scorso il primo dicembre era passato in sordina, a questo punto è vero, probabilmente la malattia ha ripreso a crescere.
    Forse a causa dei tanti stranieri arrivati di recente e poco consapevoli del pericolo?

    Risposta
  • 3 Dicembre 2009 in 23:19
    Permalink

    Verissimo, ottimo video, nulla da dire, ma, è semplice togliere dei video non tuoi da youtube?

    Risposta
  • 3 Dicembre 2009 in 23:22
    Permalink

    Noi che non abbiamo più 20 anni abbiamo avuto un’informazione abbastanza completa sui pericoli dell’Aids, ma è preoccupante che i giovanissimi non possano dire lo stesso e che quindi siano categorie maggiormente a rischio. Che siano finiti i fondi per le campagne d’informazione? Che li abbiano spesi tutti per l’influenza A, molto meno pericolosa? Mistero. Non c’è blogger, per piccolo che sia, che non possa portare il suo contributo, ci leggessero anche solo 3 persone. Bravo.

    Risposta
  • 4 Dicembre 2009 in 09:36
    Permalink

    Avevo notato anche io ,che ogni anno che passa se ne parla sempre meno. Volevo scrivere un post ma mi hai battuto sul tempo .Bravo e grazie.

    Risposta
  • 4 Dicembre 2009 in 11:32
    Permalink

    A me non sembra che se ne parli meno, forse perchè lavoro in ambito sanitario, anzi con la campagna di vaccinazione contro il papilloma virus si ha l’occasione di parlare con le giovani fanciulle di prevenzione delle malattie infettive e quindi del profilattico, anche se è difficile cambiare l’atteggiamento psicologico degli adolescenti: sembra che a loro non possa capitare mai niente, sono nella fase dell’onnipotenza.
    Il problema nasce con gli adulti eterosessuali, le piu’ colpite sono le donne e non piu’ gli omosessuali come all’inizio del suo esordio, donne anche con un partner fisso, magari sposate con figli, e sai chi gli fa’ il rgalino, spesso il marito che avendo rapporti occasionali non protetti con prostitute contrae diventa sieropositivo e la trasmette a tutte le sue donne….

    Forse è per questo che se ne parla meno siamo tutti a rischio AIDS, e quindi nessuno vuole mettere in discussione il proprio comportamento e le proprie responsabilità, inoltre il prolungarsi della adolescenza (da un punto di vista mentale) porta le persone al senso di onnipotenza….puo’ succedere agli altri e non a me.

    Risposta
  • 4 Dicembre 2009 in 12:36
    Permalink

    Anche le foto che hai messo non scherzano come FORZA.
    Non so se si parla meno dell’aids rispetto al passato, forse è solo questione di buona volontà da parte delle persone. Per fare un esempio: a scuola alcuni miei amici sono stati informati altri no. Dipenderà dai prof?

    Risposta
  • 4 Dicembre 2009 in 15:19
    Permalink

    Gasp…attenti agli uomini, vien da dire con quel filmato ( soprattutto il terzo, quello con quelle mutandone aldilà di ogni fantasia erotica!!!). In effetti c’è un calo di informazione, ma , appunto, solo un calo, nel senso che se ne parla meno ma se ne parla ancora per fortuna. Propendo per la mancanza di fondi, poichè quando una malattia può contagiare chiunque, anche volendo fare del complottismo, tutti si sentono in ugual pericolo.
    In ogni caso, siate casti! La castità vi evita qls problemino! Volete scopare a dx e a manca? Come minimo vi si attacca un erpes così imparate!!!! Amen

    Risposta
  • 4 Dicembre 2009 in 17:03
    Permalink

    Si in effetti sono in aumento sifilide, gonorrea, condilomi ed herpes genitali…anche nei giovani!!!!!

    Risposta
  • 4 Dicembre 2009 in 18:39
    Permalink

    @ thelonius – quando andiamo al cinema spesso vediamo immagini ben più forti, qui sono usate a fin di bene.
    @ bluetooth – sicuramente, e per tante ragioni, molti stranieri sono l’anello debole nell’informazione.
    @ novalis – è possibile segnalare il contenuto innappropriato dei video e qualcuno abusa di questa opzione.
    @ Diana – Perchè ci ricordi che non abbiamo più 20 anni! 😉
    @ ReAnto – Come ha detto Diana anche se ci leggono in 3 va bene lo stesso. Scrivi, scrivi…
    @ semplice – penso che tu abbia colto nel segno. Tra l’altro nel mercato della prostituzione (ed io qualcosa vedo…) sulle strade c’è sempre più concorrenza. Risultato: pochi euro e zero protezione per conquistare il mercato.
    I risultati si vedono.
    @ leonardo – non ti so dire quanto peso abbiano i prof… ci dovrebbero essere delle direttive ministeriali ma è una mia supposizione.
    @ Aleph – Amen sorella Aleph!

    Risposta
  • 6 Dicembre 2009 in 12:51
    Permalink

    Finché ci sarà gente che boicotta anche i preservativi per questione morali (dicono loro) sarà difficile estirpare questo male.

    Risposta
  • 7 Dicembre 2009 in 19:14
    Permalink

    Gli uomini che vanno a prostitute parlano di moralita’?

    Risposta
  • 7 Dicembre 2009 in 20:15
    Permalink

    @ zago e semplice – Morale: citate due aspetti su questo tema dove si potrebbe discutere per ore.

    Risposta
  • 9 Dicembre 2009 in 20:25
    Permalink

    Dopo 6 giorni dalla pubblicazione del post il video resiste ma in “compenso” mi hanno fatto sparire la foto di presentazione del post.
    Per il momento non la sostituisco…anche questo ha un significato 🙁

    Risposta
  • 16 Dicembre 2009 in 21:06
    Permalink

    Scusami, come hanno fatto a sparire?
    Speriamo almeno il video rimanga, è un buon messaggio.

    Risposta
  • 17 Dicembre 2009 in 20:18
    Permalink

    @ ventus85 – L’immagine è caricata su Photobucket.
    Un qualunque utente iscritto che si senta turbato/scandalizzato può segnalare “negativamente” la foto. I gestori…per non aver fastidi possono benissmo rimuovere l’Immagine per violazione dei “termini”
    Mettiamola così…

    Risposta

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi