Ridi e sconfiggi le paure

Quando le nostre paure arrivano a diventare ossessioni, tanto da impedirci d’avere una vita normale, sentiamo il bisogno d’esorcizzarle in qualche modo. Questo probabilmente spiega le origini di fenomeni come la festa di halloween o lo stesso carnevale dove il mascheramento, il grottesco vanno a sbeffeggiare la morte. Forse spiega anche il successo negli u.s.a. Di Jeff Dunham, un ventriloquo che da circa due anni sta spopolando in televisione con il suo spettacolo. Dunham è un vero ventriloquo, niente a che fare con personaggi come Luis Moreno e il corvo Rockfeller protagonisti della televisione nostrana negli anno ottanta sotto l’impero di Baudo I di Militello; lui la bocca la tiene veramente chiusa. Il personaggio di punta proposto da Dunhan è Achmed il terrorista morto, un attentatore suicida fallito (ha avuto una…”detonazione precoce”). Pensare che si possa ridere di un argomento così attuale e, in un certo senso pericoloso, forse può apparire incomprensibile; il pubblico ride ogni volta che Achmed esclama “Silenzio! Ti uccido!” così come ride delle scontate battute sugli ebrei e i preti cattolici a dimostrazione che la voglia di normalità nella gente è sicuramente più forte di ogni reale paura.

Qui sotto c’è il video con sottotitoli in italiano di una delle sue esibizioni più famose (è tra i video più visti di sempre su youtube). Quasi 11 minuti farciti di satira e doppi sensi. Al di la dei contenuti dello spettacolo vorrei sottolineare le doti di ventriloquo di Dunham, in particolare come riesca a dare il senso di “profondità” ai dialoghi facendo “parlare” Walter, un altro dei suoi feroci personaggi, chiuso dentro la valigia.
[2012: Il video viene sostituito]

14 thoughts on “Ridi e sconfiggi le paure

  • 19 Febbraio 2010 in 20:42
    Permalink

    Walter lo scorreggione è pure più cattivo di Achmed 😈
    Non conosco il corvo rockfeller , si trova qualcosa in rete?

    Rispondi
  • 19 Febbraio 2010 in 23:25
    Permalink

    E’ crudele ma si ride se uno cade da una scala, se riceve uan torta in faccia, se fa una brutta figura… perchè siamo animali crudeli e ciò che ci fa ridere, soprattutto, sono le disgrazie altrui. Che mondo! ^__^ 😀

    Rispondi
  • 20 Febbraio 2010 in 09:15
    Permalink

    Non ne sapevo nienteeeeeeeeeee…come ho fatto a vivere senza averlo mai saputo??? adesso mi andrò a vedere tutti i video, mi sono divertita proprio. Grazie!!!!! PS da noi non passerebbero mai quelle battute su ebrei e cattolici in TV, e sì vhe l’america è bigotta forte…buona domenica di pioggia Cà.

    Rispondi
  • 20 Febbraio 2010 in 13:57
    Permalink

    Silence! I kill you!
    E’ vero ci uccide, dal ridere! 😀

    Rispondi
  • 20 Febbraio 2010 in 14:36
    Permalink

    @ zago – se vuoi farti del male LINK
    @ Diana – Siamo fatti così 😀
    @ aleph – Le barzellette sugli ebrei in america sono come quelle dei carabinieri qui in italia. Culture diverse, forse non non verrebbero neppure capite.
    Buona domenica senza pioggia…spero.
    @ mexico – :mrgreen:

    Rispondi
  • 20 Febbraio 2010 in 16:12
    Permalink

    “Quando le nostre paure diventano un ossesione tanto da impedirci di avere una vita normale”…….è giunta l’ora di rivolgersi quanto meno da uno psicologo!

    Rispondi
  • 20 Febbraio 2010 in 18:59
    Permalink

    bravissimo davvero! Interessante come questo Achmed riesca ad esorcizzare le paure con una risata. Davvero certe battute nella iper-bigotta televisione italiana non passerebbero mai!

    Rispondi
  • 20 Febbraio 2010 in 20:06
    Permalink

    La “detonazione precoce” è fantastica! E’ da tanto che non trovavo un video così divertente in rete.
    Divertente ma non banale.

    Rispondi
  • 21 Febbraio 2010 in 11:22
    Permalink

    @ semplice – Se ci fermiamo alla singola frase che ho scritto e l’associamo ad un’unica persona la risposta è si; questo ha bisogno di aiuto. Se invece ci riferiamo (come intendevo io magari non esprimendomi bene) al “trauma” vissuto da un’intera nazione allora la cosa è un po’ diversa, non c’è psicologo che tenga; troppe teste, troppe sensibilità , troppe differenze…si metabolizza un po’ alla volta.
    @ thelonius e leonardo – Abbiamo anche noi dei bei personaggini, mari non sono molto in forma oggi…. e poi qui abbiamo dei politici permalosi che per ogni battuta invocano la lesa maestà.

    Rispondi
  • 21 Febbraio 2010 in 15:58
    Permalink

    Dunham ha un umorismo molto particolare. A tratti non mi piace, ma il suo è indubbiamente un grande talento. In Italia ce li sogniamo, spettacoli così.

    Rispondi
  • 21 Febbraio 2010 in 20:51
    Permalink

    @ Ross – Sul piacere o meno ognuno ha la sua sensibilità, sul talento credo che ormai siamo tutti d’accordo.

    Rispondi
  • 21 Febbraio 2010 in 23:03
    Permalink

    Anch’io non lo conoscevo, mi sembra davvero bravo, nella tecnica e nel contenuto, completo quindi.
    Grazie sig. G

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi