Notice: Undefined index: id in /home2/blumanna/public_html/wp-content/plugins/jetpack/_inc/lib/class.media-summary.php on line 145

Notice: Trying to access array offset on value of type null in /home2/blumanna/public_html/wp-content/plugins/jetpack/_inc/lib/class.media-summary.php on line 145

Notice: Undefined index: id in /home2/blumanna/public_html/wp-content/plugins/jetpack/_inc/lib/class.media-summary.php on line 146

Notice: Trying to access array offset on value of type null in /home2/blumanna/public_html/wp-content/plugins/jetpack/_inc/lib/class.media-summary.php on line 146

Il piccione kamikaze

Quali sono i più importanti premi fotografici del mondo?
Io non sono un esperto in materia ma una cosa la posso affermare con certezza. Quest’anno un premio me lo merito io!
Non ci credete? Aprite la foto di presentazione di questo post è giudicate!
Non capita tutti i giorni di trovare un piccione piantato come una carota nel proprio orto, un minimo di stupore davanti a tale scena credo sia il minimo. Ho cercato di dare una spiegazione logica alla singolare fine di questo piccione, posso solo dire che la sera prima del ritrovamento c’era stato un breve temporale con forti raffiche di vento e che (forse) il piccione ha urtato un cavo elettrico precipitando così al suolo.
Anche se questa fosse la spiegazione “dell’incidente” non mi spiego come si possa essere conficcato nel terreno in quel modo; parliamo si di un terreno morbido, arato da poco, ma un volatile di circa 300 grammi sarebbe dovuto rimbalzare e non piantarsi. Mistero…
Qui sotto è possibile vedere un breve filmato ed altre due foto.
Attendo eventuali “esperti” in grado di spiegare il singolare caso del piccione kamikaze. Per quanto riguarda il premio fotografico diciamo che mentre scrivevo questo post le mie manie di grandezza si sono raffreddate ed almeno per quest’anno rinuncio a possibili “Robert Capa Gold Medal” o “World Press Photo of the Year” Oppure no? 😛



24 thoughts on “Il piccione kamikaze

  • 19 Novembre 2010 in 18:36
    Permalink

    Non raffreddarti, questa è veramente la foto dell’anno!!!
    Mai visto niente del genere! 😯 😯

    Rispondi
  • 19 Novembre 2010 in 20:22
    Permalink

    I carciofi! Nel tuo orto ci sono i carciofi!
    Buoni! Buoni! Buoniiiiiiii!!!!

    Rispondi
  • 19 Novembre 2010 in 20:39
    Permalink

    @ leonardo: Mi tengo tiepido…
    @ mex: 8) Ma chi sei? La figlia segreta di Ernesto Calindri?

    Rispondi
  • 19 Novembre 2010 in 21:32
    Permalink

    Il tuo destino viene dal cielo!! 😯 Prima lo sparviero, adesso il piccione.
    Non saprei come spiegare il sensazionale evento, comunque voto Caigo per la migliore foto dell’anno, sezione misteri. 😈 😛

    Rispondi
  • 19 Novembre 2010 in 21:33
    Permalink

    @ filo: Si…ultimamente i pennuti qui sono di casa.
    Grazie pe il voto! 😛

    Rispondi
  • 20 Novembre 2010 in 15:31
    Permalink

    Caspita. Neanche avesse viaggiato a 80 all’ora per provocare un buco così!
    Non azzardo ipotesi scientifiche. Però potrebbe essere un segno!

    Rispondi
  • 20 Novembre 2010 in 16:33
    Permalink

    Ti è andata bene, pensa se ti arrivava su groppone mentre raccoglievi i carciofi.
    Adesso staremmo tutti qui a ricordare il povero Caigo, colpito a morte da un piccione! 😆

    Rispondi
  • 20 Novembre 2010 in 18:24
    Permalink

    E’ davvero strana la fine di questo povero piccione………….
    Grazie della tua visita al mio blog e del tuo commento…………
    Buona serata, Rita

    Rispondi
  • 20 Novembre 2010 in 18:28
    Permalink

    ps: ma questo piccione…sarà mica Alberto? 😉

    Rispondi
  • 21 Novembre 2010 in 13:34
    Permalink

    @ Ross: Già, vogliamo paragonare un autentico piccione suicida con uno squalo di plastica? Noooooo 😀
    @ Diana: Un segno? D-d-d-d-d-devo preoccuparmi? :mrgreen:
    @ zago? Ti ci metti pure tu? Ho capito, da domani comincerò a girare per l’orto con l’elmetto come nei cantieri edili.
    @ Rita: Grazie a te.
    @ mex: Complimenti per la memoria! Non avevo collegato i due episodi.
    La cosa diventa sempre più inquietante…
    Per chi non sa di cosa parla mex ecco Alberto
    @ skip: E speriamo che gli struzzi non si mettano ad imitare i piccioni! 😉

    Rispondi
  • 22 Novembre 2010 in 21:50
    Permalink

    Forse nel terreno c’era già una buca ed il piccione bagnato dalla pioggia vi si è infilato come un sasso. Non trovo alter spiegazioni, siamo al limite del sopranaturale.

    Rispondi
  • 23 Novembre 2010 in 20:26
    Permalink

    Forse non sarà una foto degna del premio Robert Capa ma Giacobbo con il suo Voyager camperebbe di rendita per un anno con il mistero del piccione kamikaze.

    Rispondi
  • 25 Novembre 2010 in 20:33
    Permalink

    @ geronimo: Una concomitanza di situazioni…possibile.
    @ Sig. Giovanni: Non ci avevo pensato! Immagina quante ipotesi potrebbero vendere per reali, probabilmente non si tratta di un piccione ma di una minuscola astronave aliena! 😛
    @ ReAnto: Non vedo – non sento – non parlo. 😉

    Rispondi
  • 25 Novembre 2010 in 21:25
    Permalink

    Bhe… un missile alato che si impianta nell’orto, se è un segno, lascia quantomeno perplessi… oggi dovevano arrivare gli alieni, li hai visti? In compenso stanotte arriverà la prima neve in Pianura Padana. Bonsoir!

    Rispondi
  • 25 Novembre 2010 in 21:40
    Permalink

    Diana: Elementare Watson! Gli alieni arriveranno in piccole astronavi a forma di cristalli di neve 😉

    Rispondi
  • 27 Novembre 2010 in 22:52
    Permalink

    sconcertante questo fatto… sai che mi inquieta alquanto!
    😐 😯

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi