Quando scoppiavano i maiali

Quando apriamo un giornale, se riusciamo a passare indenni alle lettura della politica da camera da letto o di qualche storia tragica raccontata a puntate, perché nessuno sa niente di niente e per tenere vivo l’interesse (di chi?) si allunga il brodo con ipotesi, teorie…. , è possibile trovare in un angolo, pubblicato quasi timidamente, un articolo curioso, un fatto di cronaca dai risvolti grotteschi in grado di farci sorridere.
Un sorriso forse non del tutto “educato” visto che quasi sempre i protagonisti di queste storie non si sono affatto divertiti. Ma che ci possiamo fare: è la regola della banana. Chi ci scivola sopra smoccola, gli altri ridono.
Qualche anno fa ci hanno pure scritto dei libri di successo; raccolte di flash d’agenzia pubblicati sui giornali o dette ai telegiornali quando le notizie “importanti” lasciavano qualche piccolo spazio vuoto.
Ecco alcuni brevi esempi.
Romania – Un contadino per rendere liscia la cotica del maiale passa la fiamma sulle setole. In precedenza il contadino aveva “gonfiato il maiale con il gas. Morale: il maiale esplode ed il contadino finisce in ospedale.
Mosca – Una donna scopre che il marito ha l’amante. Trova un preservativo in una sua tasca, lo apre, v’infila dentro del pepe e poi lo richiude cura. Dopo qualche tempo viene informata dal centro “grandi ustionati” del vicino ospedale che suo marito è stato ricoverato in preda ad atroci dolori.
Londra – Ai campionati mondiali di corsa delle lumache si verifica un caso di doping al contrario. Vince una lumaca poco quotata dai book-maker. Insospettiti dall’eccessiva lentezza delle altre concorrenti gli organizzatori fanno degli accertamenti. Scoprono che tutte le lumache (fuorché la vincitrice) erano state immerse nella birra e di conseguenza erano ubriache.
Stoccolma – Due sposini Sudcoreani ,in viaggio di nozze in giro per il mondo, per un errore di pronuncia invece di prendere i biglietti per Venezia (Venice) hanno preso quelli per Vannes nel bel mezzo del circolo polare artico. Neve e ghiaccio al posto della romantica laguna.
Sidney – Un gabbiano viene processato per omicidio. La vittima è un fantino rimasto schiacciato dal proprio cavallo imbizzarrito dopo essere stato sfiorato dall’uccello. Il gabbiano è stato processato in contumacia. Non si è presentato in aula.
Londra – Un giovane viene denunciato. La sua colpa: far l’amore con le strade. La sua passione è il lastricato, in particolare le fessure tra pietra e pietra.
Ginevra – Un ladro entra in azione di notte in un grande magazzino. Sceglie con cura la refurtiva più preziosa . Poi, sopraffatto dalla stanchezza, decide di fare un “breve” pisolino. Si risveglia solo al mattino…destato dalla polizia che lo arresta.
Roma – Un uomo licenziato dall’azienda dove lavora dichiara (certificato alla mano) di essersi preso un bell’esaurimento e di essere diventato pure impotente. Il pretore accoglie il suo ricorso e lo fare reintegrare al suo posto di lavoro. L’uomo, dichiara il suo avvocato, ha subito ritrovato la virilità.
Milano – Un detenuto in semilibertà ogni sera rientra puntualmente alle ore 22 in carcere. Purtroppo, una sera d’estate complici il caldo e qualche bicchiere di troppo con gli amici, si accorge di essere in ritardo. Nel tentativo di arrivare rapidamente in carcere ruba una Panda e (brillo) causa un incidente. Il giorno dopo: addio ai benefici della semilibertà.
Los Angeles – Un uomo, grazie al psicologo troppo chiacchierone della moglie, scopre che quest’ultima in 13 anni di matrimonio ha sempre finto di provare piacere con lui. Avvilito fa causa alla moglie affermando che quest’ultima, simulando un trasporto che non provava, aveva fatto venir meno i fondamenti della loro unione. Il tribunale la condanna ad un risarcimento di 240.000 dollari.
Madrid – E finiamo in bellezza… Un marinaio Basco in pensione ha battuto il record mondiale di durezza del sedere. In 15 minuti i super glutei del pensionato hanno spaccato 100 noci. Complimenti!
Questo notizie sono vecchie di circa vent’anni ma vista la bizzarria della natura umana potrebbero essere vecchie di soli venti minuti.

Immagine: tratta e modificata da medicine.uiowa.edu

8 pensieri riguardo “Quando scoppiavano i maiali

  • 23 Febbraio 2011 in 17:58
    Permalink

    Saranno vecchie ma sembrano attuali… se cerchi bene ne troverai di altrettanto bislacche ed esilaranti anche recenti… perchè la realtà supera sempre la fantasia!

    Rispondi
  • 23 Febbraio 2011 in 19:35
    Permalink

    Il pepe nel preservativo è terribile!!! 😆
    Dimmi, Quel simpaticone di ulpio ti ha risposto?

    Rispondi
  • 23 Febbraio 2011 in 21:25
    Permalink

    Sembra quasi impossibile che cose del genere accadano eppure sappiamo che, in genere, sono storie vere. La cosa che mi stupisce è come arrivano ai giornali quelle più personali, lontane dal classico target dei media.

    Rispondi
  • 24 Febbraio 2011 in 17:38
    Permalink

    Chissà perchè buona parte di queste notrizie sono a sfondo sessuale 🙂

    Rispondi
  • 25 Febbraio 2011 in 17:23
    Permalink

    @ Diana: E’ vero… se ne ne sentono tutti i giorni. Potremmo fare un nuovo libro.
    @ zago: Bruciante! 🙂
    Ulpio è stranamente silenzioso…
    @ leonardo: Immagino che le notizie comunque”girino”. Arriveranno probabilmente quando la storia si è “spenta” da tempo ma rimangono comunque appetibili.
    @ L’argomento “tira” 😛

    ps: scusate la latitanza. Ci si rilegge da lunedì in poi.
    Ciao. 😀

    Rispondi
  • 28 Febbraio 2011 in 20:12
    Permalink

    @ mex: :mrgreen:
    @ ilTHeO: Salami, mortadelle, prosciutti, cotechini….. 😉

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi