canvas pagine

Un progetto musicale per l’infanzia

A molti in questi mesi sarà capitato di sentire almeno una volta la canzone Daylight dei Maroon 5 e forse vedendo il video che passa in televisione o su youtube in questi giorni si sarà chiesto per un attimo “Cosa c’è di diverso?” . Già, perché la nuova versione ha dei suoni leggermente diversi e la voce del cantante Adam Levine non è la sola che possiamo ascoltare.
Se andiamo a vedere il video (ve lo propongo in coda al post) vedrete esibirsi degli artisti in delle inconsuete performance “live” in varie località del mondo.
Chi sono? Presto detto. Sono artisti che sostengono il progetto “Playing for Change”, un progetto nato nel 2004 che si prefigge di raccogliere fondi per creare, e sostenere, delle scuole di musica per l’infanzia del terzo mondo.
I curatori del progetto Mark Johnson ed Enzo Buono hanno cominciato a registrare le esibizioni di numerosi artisti di strada in tutto il mondo ai quali si sono poi uniti musicisti più famosi ed anche qualche star come Bono, Manu Chao ed appunto, i Maroon 5 con un loro brano.
Per chi volesse approfondire l’argomento inserisco una serie di link utili.
Playingforchange.com. Qui potete leggere la storia del progetto, conoscerne i protagonisti, ascoltare le loro esibizioni e comprare la loro musica.
Playingforchange.org. La pagina ufficiale della fondazione. Per seguirne gli eventi e sostenerla.
Qui sotto trovate il video di Daylight ma vi consiglio di guardare anche il successivo Chanda Mama, meno “pop” ma sicuramente più in linea con lo spirito del progetto Playing for Change.

Share

, , ,