500 lire bis

500 lireFebbraio 2012. Il sottoscritto, mentre svolgeva attività atta a fornire derrate alimentari (faceva la spesa la supermercato) subiva il furto con destrezza di moneta fuori corso conosciuta come Lire 500.
Costernato, il sottoscritto ne dava notizia in queste pagine. Ricordate?
Oggi, dopo oltre un anno, un animo gentile ha in parte chiuso quella ferita regalandomi ben due monete da 500 lire! Un po’ malconce ma comunque brillanti e gradite.
Le piccoline hanno rivisto la luce (nel vero senso della parola) dopo tanti anni grazie ad un intervento di manutenzione/pulizia davanti ad una farmacia. Queste monete, insieme a tante altre loro “sorelle” si trovavano dentro un grigliato posto sotto una vecchia bilancia pesapersone.
Mi chiedo quante persone avranno imprecato davanti a quella bilancia dopo aver fatto cadere i loro soldi ed essersi reso conto di non poterli recuperare.

11 pensieri riguardo “500 lire bis

  • 11 Marzo 2013 in 20:50
    Permalink

    500 lire bilanciate si sbilanceranno in un carrello della spesa. Trattale bene 🙂

    Rispondi
  • 11 Marzo 2013 in 21:05
    Permalink

    @ mex: A scanso d’equivoci penso che continuerò ad usare i gettoni di plastica.
    @ Skip: Molto più che bene, direi amorevolmente! 🙂

    Rispondi
  • 11 Marzo 2013 in 22:09
    Permalink

    Quelle monete stavano sotto la bilancia da prima del 2002!!! Possibile che nessuno le abbia recuperate prima?
    A questo punto potrebbero esseci idei veri tesori sparsi sotto le griglie di tutto il paese! 😀

    Rispondi
  • 12 Marzo 2013 in 17:44
    Permalink

    Magari tra qualche anno varranno una fortuna!!!! 🙂 🙂

    Rispondi
  • 12 Marzo 2013 in 19:37
    Permalink

    @ zago: A quanto pare il grigliato era..inespugnabile. 😛
    @ io ganimede: Seeee!!!! Magari! Dubito che le 500 Lire diventino così preziose.

    Rispondi
  • 13 Marzo 2013 in 17:47
    Permalink

    Quella bilancia a suo modo era diventata una specie di fontana di Trevi.
    Monetine, monetine, Tante monetine! 😉

    Rispondi
  • 13 Marzo 2013 in 21:52
    Permalink

    bhe, restano un ricordo del passato e son buone da inserire nei carrelli del supermercato!

    Rispondi
  • 14 Marzo 2013 in 20:36
    Permalink

    @ Sig Giovanni: Ma tanto…a suo modo! 😀
    @ Diana: Ma senza farsele rubacchiare…. 😉

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi