La bolletta del gas

gasLa lettura della bolletta del gas di Aprile è uno dei momenti più deprimenti dell’anno perché l’ente erogatore del servizio ci mette sul piatto il conguaglio.
Chi come il sottoscritto effettua regolarmente l’autolettura del contatore si aspetterebbe di trovare un conguaglio, se non pari a zero, almeno in linea con i metri cubi segnalati e quindi un importo in bolletta legato quasi esclusivamente alle variazioni di costo della materia prima più le imposte. Sarà, ma viene il dubbio che l’autolettura non venga presa in considerazione visto il salasso presentato con quest’ultima bolletta.
A questo punto mi viene un’idea. Perché non valutare l’opportunità di cambiare l’offerta se non addirittura gestore?
Comincia la caccia.
Passare gestore per gestore è utile per verificare le caratteristiche delle offerte ma non ci fa capire i vantaggi e gli svantaggi rispetto al contratto in uso, così iniziamo a sfogliare i siti che mettono a confronto le varie proposte.
Questi siti sono piuttosto semplici da consultare; inserisci dati come i metri quadri della casa, quante persone vi abitano, la città, ecc… o in alternativa i metri cubi di gas consumati nell’anno precedente e ci viene mostrato un elenco con le principali offerte a disposizione.
Va precisato che, a mio parere, i dati forniti da questi siti vanno letti con una certa “elasticità” perché pur inserendo le stesse informazioni in tutti i siti:
A) Alcuni gestori non appaiono nelle liste, nonostante abbia la certezza che operino anche nel mio territorio.
B) Le tariffe mostrate a volte differiscono sensibilmente tra loro il che fa pensare che i dati non sempre siano aggiornati. Diciamo così.
Alla fine il sito più convincente si è dimostrato quello dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas, perché è quello che mi ha restituito l’elenco più completo di offerte e, cosa importante, al momento dell’inserimento dei metri cubi di gas consumati ci chiede di verificare lo “standard metro cubo” ed eventualmente correggerne il valore del fattore in C.
Ma che roba è!? «Lo Standard metro cubo (Sm3) esprime la quantità di gas contenuta in un metro cubo a condizioni standard di temperatura (15C) e pressione (1.013,25 millibar, cioè la pressione atmosferica)…La conversione in Standard metri cubi è necessaria perché il volume occupato da una medesima quantità di gas dipende dalla pressione e dalla temperatura a cui tale quantità viene consegnata: ad esempio, la medesima quantità di gas consegnata a Belluno occupa un volume diverso da quello che occuperebbe se fosse consegnata a Palermo » (spiegazione tratta da sito).
In pratica dobbiamo cercare nella bolletta la voce “Coefficiente correttivo C dei consumi” (ad esempio per la mia località  è 1,040497) e moltiplicarlo per i metri cubi di gas letti dal contatore. Nel mio caso questo calcolo mi fa risultare un consumo di circa 80 metri cubi di gas in più all’anno, non tantissimo ma comunque da tener presente nei conteggi.
In conclusione, vale la pena cambiare fornitore? Qui ognuno deve fare (bene) i conti in base ai consumi ed alle proprie esigenze. Per quello che mi riguarda al momento devo rispondermi no.
Mi conviene rimanere legato alla tariffa indicizzata dalla stessa AEEG e non passare al mercato libero. Su oltre venti proposte a confronto solo due si sono dimostrate più vantaggiose del contratto attualmente in uso, con un risparmio annuo (teorico) di 17 euro l’una e 13 l’altra. Nulla.
Per una bolletta più leggera le soluzioni rimangono evitare gli sprechi e migliorare le “prestazioni tecniche” della casa con caldaie efficienti, infissi e isolamenti adeguati.

23 thoughts on “La bolletta del gas

  • 8 Aprile 2013 in 17:58
    Permalink

    son dell’idea, che la liberalizzazione, nel settore gas, energia elettrica, telefonia ha prodotto solo aria fritta e che alla fin fine nessuno ti regala niente. Ti toglie da una parte e ti frega dall’altra…

    Rispondi
  • 8 Aprile 2013 in 18:12
    Permalink

    Ha ragione stefitiz60s, alla fine il gas è in mano a una sola azienda che lo rivende ad un prezzo alto alle altre con il risultato che per noi consumatori NON esiste alcuna forma di convenienza!! 🙁

    Rispondi
  • 8 Aprile 2013 in 18:22
    Permalink

    Mi sono rassegnata da tempo, anche per pigrizia ma, soprattutto, per mancanza di speranze di un reale risparmio. Arriva la bolletta e pago…

    Rispondi
  • 8 Aprile 2013 in 19:27
    Permalink

    Lo sapevo io che non dovevo leggere questo post prima di cena!!!! Rovinata!
    La bolletta dovrebbe arrivare a giorni e tu! Dico tu! Non mi porti buone nuove!
    Maledizione! 🙄

    Rispondi
  • 8 Aprile 2013 in 19:44
    Permalink

    Gulp! Proprio oggi è arrivata la bolletta e la cifra esorbitante pensavo fosse dovuta al fatto che è il consumo dei mesi più freddi dell’anno….dovrò ricontrollare.?

    Rispondi
  • 8 Aprile 2013 in 20:31
    Permalink

    Pensa che a me , nonostante il regolare invio della lettura del contatore, l’anno scorso mi è arrivata come conguaglio una mega mega bolletta della casa dove non abito più. Per fortuna hanno poi verificato e azzerato la bolletta.

    Rispondi
  • 8 Aprile 2013 in 21:31
    Permalink

    @ stefitiz60s e paolo: Ormai si è capito che la concorrenza tanto decantata ha prodotto risparmi solo a parole.
    @ Diana: Io sarei un po’ più combattivo ma alla fine hai visto com’è finita! Le alternative sono tutt’altro che convenienti.
    @ zago: Questo blog va somministrato a piccole dosi e lontano da scadenze fastidiose! 😉
    @ semplice: Nelle normali bolletta vicino all’importo da pagare c’è scritto “bolletta di acconto”, una volta all’anno trovi la scritta “bolletta di conguaglio”. Vedi tu. 🙂
    @ Skip: La tua testimonianza rafforza il mio dubbio.
    Ma terranno conto delle autoletture?

    Rispondi
  • 8 Aprile 2013 in 21:58
    Permalink

    @Caigo: chissà , certo che a stare dietro a tutti i consumi ci vuole molta costanza oltre che competenza

    Rispondi
  • 8 Aprile 2013 in 22:19
    Permalink

    Finalmente qualcuno che mi spiega cos’è il coefficiente C.
    Fatalità per te è superiore a 1, per me è superiore a 1! Ci sarà qualcuno con il metro cubo scontato? Spero si capisca quello che intendo.

    Rispondi
  • 9 Aprile 2013 in 10:34
    Permalink

    Sto andandoa prendere la lettura per comunicarla all’azienda…speriamo bene 🙁

    Rispondi
  • 9 Aprile 2013 in 12:44
    Permalink

    Se fai la lettura regolarmente il conguaglio è zero…ma non una bolletta da zero euro, bensì i soli consumi del bimestre.
    Se ci si basa sui probabili consumi stabiliti dal gestore ecco che il conguaglio sarà zero se in precedenza abbiamo pagato più di quanto consumato altrimenti se abbiamo pagato nelle bollette precedenti meno di quanto consumato ci sarà la sgradita sorpresa. Quest’ultima ipotesi anni fa mi capitò con la bolletta dell’acqua: tutti mesi una bolletta piccola per poi fare l’exploit con il conguaglio.

    Rispondi
  • 9 Aprile 2013 in 13:08
    Permalink

    E’ vero, dovrei porre più attenzione ai contenuti delle bollette. Arrivano, guardo l’importo da pagare, mi lamento ma vado in posta e finisce li. 😥

    Rispondi
  • 9 Aprile 2013 in 18:21
    Permalink

    @ Skip: Diventa quasi un secondo lavoro! 😛
    @ io ganimede: Stando agli esempi trovati nel sito del gestore qualcuno dovrebbe avere la conversione inferiore ad uno. Almeno su questo non ho motivo di dubitare sulla veridicità delle informazione.
    @ ReAnto: Ti ho messo ansia come a zago? 😉
    @ semplice: Le uniche occasioni dove mi sono trovato delle “bollette free” è stato con l’enel. Questo perché mi facevano recuperare degli importi maggiorati degli anni precedenti che avevano “ereditato” consumi atipici dovuti a lavori di manutenzione della casa.
    Con il gas…non c’è scampo! Prima o poi mi arriva sempre la bottarella! 🙄 Vabbè… 🙂
    @ mex: Ti capisco, alla fine è vero, ci si rassegna.

    Rispondi
  • 9 Aprile 2013 in 20:34
    Permalink

    Ricordi cosa diceva il grande Totò?
    E IO PAGO!!
    Ridiamoci su per non piangere.
    Ciao 😀

    Rispondi
  • 10 Aprile 2013 in 18:12
    Permalink

    @ Sig Giovanni: Almeno il buoncostume è gratisi! 😀
    @ ReAnto: Sigh!…

    Rispondi
  • 11 Aprile 2013 in 17:59
    Permalink

    Vuoi conoscere uno che non ci capisce più nulla?
    Uno che si è arreso e paga finché potrà?
    presente!

    Ho cambiato mail, speriamo non venga letta coma spam anche questa.

    Rispondi
  • 11 Aprile 2013 in 20:55
    Permalink

    Anch’io stamattina ho ricevuto la bolletta del gas.
    Le ho dato un’occhiata, sò che è tempo di conguagli perchè la lettura la fanno una volta l’anno, il resto è presunto!
    Maaaa……. non ci crederete, come non ci credevo io: mi restituivano 68.00 euro!!!
    Ora, non sò come ne’ dove andare a festeggiare un tale evento 😉
    Woooowwwwwwwww…. mi sento ricca 🙂
    Cin-cin ragazzi, abbiate fede; potrebbe capitare anche a voi 🙂 🙂
    Ciaooooooooo

    Rispondi
  • 12 Aprile 2013 in 19:40
    Permalink

    @ gilda: Ricchissima!!!!
    Bene così, per fortuna qualcuno porta anche delle belle notizie! 😉
    Ciao.

    Rispondi
  • 14 Aprile 2013 in 16:47
    Permalink

    Buona Domenica!!
    Così, di passaggio. 😀

    Rispondi
  • 17 Aprile 2013 in 21:09
    Permalink

    Buona serata!
    Così, per evocarti! 😉

    Rispondi
  • 18 Aprile 2013 in 18:00
    Permalink

    @ mex: EVOCATO! :mrgreen: Questa settimana non ho molto tempo dal dedicare al web quindi…non pubblico.
    Inutile mettere online qualcosa di “precotto” e poi non condividere con gli altri battute o pensieri. Faccio un veloce passaggio tra qualche siti/blog per vedere cosa combinate e poi…ciao 😉

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi