La sfiga esiste ed ho le prove

lavastoviglie ricIn un post della scorsa settimana si parlava di progresso, di tecnologia ed in particolare di elettrodomestici.
Si parlava della loro scarsa longevità, se paragonata ai modelli di un tempo, e della necessità di sottoscrivere una garanzia estesa per tutelarsi da eventuali guasti.
Ad un certo punto, rispondendo al commento di “semplice” scrissi queste parole «…in questo sono stato fortunato. La lavastoviglie funziona bene (lo dico piano piano…)».
Ebbene, non so se colei che non voglio nominare si trovasse a passare per caso fuori dalla mia finestra, non so se in qualche modo sono finito nelle sue grazie (dal suo punto di vista) o che altro, l’unica cosa certa è che la mia lavastoviglie dopo un paio di giorni ha cominciato ad emettere dei rumori sinistri ed a rallentare il tempo di lavaggio.
Non mi è rimasto altro da fare che chiamare il tecnico.
Quando arriva mi chiede se la lavastoviglie è ancora in garanzia: Controlliamo. La garanzia estesa di cinque anni è scaduta da pochi mesi! Ci guardiamo e sospiriamo…è andata male.
Il tecnico inizia a lavorare sulla macchina e dopo un po’ constata il decesso di una resistenza e della pompa di scarico. Non ci sono alternative, i due pezzi vanno sostituiti.
Da ieri (vedi immagine con copia della ricevuta per il lavoro eseguito) sono il proprietario di una lavastoviglie “trapiantata”, a detta del tecnico potrebbe funzionare bene ancora per qualche anno ma al prossimo guasto di una certa importanza ripararla sarebbe antieconomico, meglio sostituirla.
Ora però mi chiedo: Visto come funziona il mercato delle garanzie/riparazioni ha più senso comprare un elettrodomestico economico con il concetto “dell’usa e getta” o insistere sui prodotti di fascia medio/alta puntando su una loro presumibile discreta longevità? Sottolineo presumibile.
Mi appello alla vostra esperienza in materia.

10 pensieri riguardo “La sfiga esiste ed ho le prove

  • 14 Maggio 2013 in 18:27
    Permalink

    Toh! E’ tornato l’innominabile!!!! 😆 Non ho ancora capito se lo descrivi come maschio o la descrivi femmina.
    Comunque è una bella seccatura, mi dispiace non poterti aiutare su questo argomento ma hai tutta la mia solidarietà 🙂

    Risposta
  • 14 Maggio 2013 in 18:43
    Permalink

    per esperienze indirette ho visto che anche le migliori e più blasonate marche si rompono; sicuramente chi più spende meglio spende, ma a volte la filosofia dell’usa e getta che hai citato tu è la migliore. Oltretutto penso che la componentistica di base sia quasi uguale in molteplici modelli dai costi più svariati…

    Risposta
  • 14 Maggio 2013 in 19:54
    Permalink

    @ dexter: L’innominabile non ha sesso, è un qualcosa che rompe le balle. Punto. 😛
    @ stefitiz60s: Di recente sono venuto a sapere che certi elettrodomestici tedeschi venduti a “prezzo promozionale” vengono assemblati in aziende satelliti Italiane, e non sempre con tutta la componentistica originale made in germany.
    È possibile siano questi i (presunti) modelli di fascia alta che poi ci tradiscono?
    Altro dubbio…..

    Risposta
  • 14 Maggio 2013 in 21:25
    Permalink

    La mia prima lavastoviglie, una sofisticata di fascia medio alta, mi mollò dopo tre anni (pare fosse nata con difetti). Quella attuale,silenziosa e precisa, procede bene da circa 6 anni ……… sshhhhhhhhhhhhhh

    Risposta
  • 14 Maggio 2013 in 21:33
    Permalink

    Nooooooo. Non è possibile! 😆
    Hahahaha!!!! Se non mettevi la ricevuta fiscale ti giuro avrei pensato ad uno scherzo!
    Pazzesco 😀

    Risposta
  • 14 Maggio 2013 in 21:52
    Permalink

    @ skip: Ssshhhhh…. o signur! Parliamo d’altro. Parliamo del tempo.
    Toh! Guarda! Una nuvola! Forse pioverà. 😉
    @ mex: Magari fosso uno scherzo! Quella fetente di una lavastoviglie si era veramente rotta! mannaggia!!! 😀

    Risposta
  • 15 Maggio 2013 in 13:08
    Permalink

    Ciao, sono l’innominabile e volevo chiederti se potevo passare da te per guardare la televisione, ascoltare musica dal tuo stereo, mandare una mail dal tuo computer e se c’è tempo fare anche una lavatrice.
    Posso??? 😀 😀

    Risposta
  • 15 Maggio 2013 in 21:20
    Permalink

    Ormai gli elettrodomestici hanno una scadenza come lo yogurth, ci ho fatto caso anch’io, si guastano non appena escono dalla garanzia, come se avessero un temporizzatore incorporato!

    Risposta
  • 15 Maggio 2013 in 22:29
    Permalink

    Difficile darti un consiglio visto che i tuoi dubbi sono anche i miei.
    Penso si debba fare un ragionamento in base all’uso che si fa dell’elettrodomestico.
    Dovremmo tener conto della sua classe energetica e puntare su un modello di maggior pregio se ne facciano un uso intensivo tenendo sempre presente il limite dei 5 anni d’età. L’elettrodomestico va tenuto fin tanto che le spese sono coperte dalla garanzia, poi basta.

    Risposta
  • 16 Maggio 2013 in 21:28
    Permalink

    @ zago: Ciao zago/innominabile. Una risposta in due parole?
    Pussa via!!!! 😛
    @ Diana: Da consumarsi preferibilmente entro il …. comunque troppo presto. 🙁
    @ leonardo: Diventare consumatori consapevoli e responsabili ormai è un obbligo.
    Ma ne siamo tutti capaci? Per moti credo non sia facile, in particolare per gli anziani.
    …. [a domani]….

    Risposta

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi