Animalisti per vocazione, animalisti per convenienza

tennis beeIn questi giorni la mia curiosità è stata attratta da due storie che hanno a che fare con gli animali, o meglio, al rapporto pieno di contraddizioni che noi umani abbiamo con loro.
Se siete appassionati di tennis forse avrete visto come un’ape sia riuscita ad interrompere per alcuni minuti l’incontro tra Kimiko Date e Venus Williams agli Us Open. La prima (qui il video) è stata protagonista di un siparietto tra il divertito ed un filino di paura dove lei tentava di evitare lo “scontro” con l’insistente intrusa giallonera, la seconda invece ha cercato di rabbonire l’insetto tenendolo lontano con la racchetta e accompagnandolo via con movimenti lenti.
Alla fine l’ape è stata catturata dai raccattapalle (diciamo così) con un asciugamano e poi infilata dentro un cesto.
Ora, non vorrei pensar male, immaginiamo che le due atlete non si trovassero davanti ad un pubblico di centinaia di persone più, forse, qualche milione di telespettatori; secondo voi avrebbero imbastito con l’ape quella specie di minuetto politically correct o, soprattutto con la Williams, sarebbe partito un rovescio che avrebbe spedito la piccola ape sulla luna?
In altre parole, agli Us Open abbiamo assistito ad un momento di puro e vero rispetto per gli animali o ha prevalso la paura di calamitare delle critiche da parte di qualche associazione animalista più o meno ufficiale?
C’è stato anche il caso di “Daniza”, l’orsa che a metà agosto ha aggredito un cercatore di funghi nel Trentino. In questo caso sono fioccate subito discussioni e le inevitabili polemiche. Il protocollo prevede che, in assenza di valide soluzioni alternative, si proceda con l’abbattimento dell’animale.
Apriti cielo! Da una parte si sono schierati quelli favorevoli a questa soluzione i quali facevano notare che l’aggredito era un uomo robusto in grado di difendersi (40 punti di sutura li ha comunque portati a casa) e che se al suo posto ci fosse stato un bambino ora piangeremmo tutti per l’ennesima tragedia. Dall’altra parte invece si sono schierati quelli che difendevano le naturali ragioni di mamma orsa e obbiettavamo, a prescindere, l’ipotesi di abbattere gli orsi per qualunque motivo.
Mi è venuto in mente che nelle zone circostanti al Trentino la carne di orso è considerata una prelibatezza e forse le polemiche e gli interessi sul caso potrebbero andare oltre l’aggressione subita dal cercatore di funghi. A pensar male…..

17 pensieri riguardo “Animalisti per vocazione, animalisti per convenienza

  • 29 Agosto 2014 in 17:06
    Permalink

    Probabilmente l’ape è stata attratta dal profumo emanato dalle creme che le atlete si spalmano sulla pelle.

    Risposta
  • 29 Agosto 2014 in 17:36
    Permalink

    Non seguo il tennis e quindi ho saputo solo ora dell’ape…per quanto riguarda l’orsa non si può pensare di ripopolare le montagne con gli orsi e poi aspettarsi da questi buone maniere di convivenza, come ripopolare l’appennino di lupi e poi aspettarsi che alla prima occasione non mangino le pecore. Io sono con l’orsa perché ha seguito il suo istinto. Se non vogliamo ritrovarci in situazioni spiacevoli facciamo fare il suo corso alla natura e alla selezione naturale…se certe specie animali sono scomparse forse un motivo c’è stato. O c’è chi rimpiange la scomparsa dei dinosauri?

    Risposta
  • 29 Agosto 2014 in 18:00
    Permalink

    A tutti piacciono gli animali ed é bello che sia così ma non possiamo diventate estremisti preferendo loro a noi. Ricordo la storia di un tizio che su era trovato la casa distrutta dai procioni. Lui chiese aiuto, chiese che gli animali venissero abbattuti o allontanati ma i soliti animalisti si opposero.
    Ma se la casa fosse stata loro? Vorrei vedere come la penserebbero in questo caso!

    Risposta
  • 29 Agosto 2014 in 18:42
    Permalink

    Estate 2010. Lo ricorderò sempre. Trovo un grosso nido di vespe sopra il garage, allora compro una di quelle bombolette spray che fanno la schiuma e mi accingo a distruggere il nido.
    Mi si avvicina una condomina che mi INTIMA di non uccidere le vespe e mi esorta a catturarle e spostarle altrove.
    Le rispondo che se vuole può catturarle lei e portarsele dove vuole, anche nel suo appartamento.
    Mi ha tolto il saluto.

    Risposta
  • 29 Agosto 2014 in 18:45
    Permalink

    Scusa se vado fuori tema, ho visto che mi hai assegnato un avatar verde e che ce ne sono altri di simili. Possiamo cambiare colore e forma. 🙂 ciao

    Risposta
  • 29 Agosto 2014 in 20:01
    Permalink

    Lo confesso! Io la carne d’orso l’ho mangiata (Austria) ed era pure buona. Adesso arriverà qualcuno a darmi del mostro?
    Ps: quest’anno gli Us Open sono ricchi di episodi curiosi. Oggi hanno mostrato una tennista mancare il colpo perché si era incastrata la racchetta nei capelli. 😛

    Risposta
  • 29 Agosto 2014 in 21:38
    Permalink

    Incredibile, sei riuscito a trovare uno spunto per aprire una discussione partendo da un’ape. 🙂
    Ci rifletto e domani dico la mia, ok?

    Risposta
  • 30 Agosto 2014 in 11:03
    Permalink

    @ io ganimede: Probabile, tanta insistenza prima sull’una poi sull’altra può avere questa spiegazione.
    @ semplice: Certamente. Gli animali non sono quelli dei cartoni Disney e seguono una “loro” natura. Se poi l’uomo ci mette pure del suo nel rompere certi equilibri dobbiamo mettere in preventivo alcuni effetti collaterali (vedi pecore…).
    @ franco ruggeri: Parli del caso qui in Italia? Ricordo qualcosa del genere, passavano sul suo tetto per andare a mangiare in un frutteto o qualcosa del genere. O forse sbaglio?
    @ Chiara: Fossero state api sui poteva agire in modo diverso contattando un apicoltore ma nel caso delle vespe…. se la situazione fosse stata per te meno agevole, ed avessi chiamato i vigili del fuoco, questi non avrebbero agito con il “guanto di velluto” sulle vespe, anzi! Spiegalo alla tua vicina.
    -Avatar- Ti spiego. Io posso scegliere il “formato” degli avatar (astratti, come nel nostro caso, mostriciattoli, ecc…) ma non la singola immagine da associare ad un ospite del blog. Queste immagini appaiono “random” e si legano all’indirizzo email che utilizzi. Cambi email cambierà l’immagine.
    Purtroppo molti avatar vengo “consumati” dallo spam e il caso vuole che quelli legati agli ospiti siano in gran parte verdi. Al limite, se proprio vuoi un avatar tutto tuo, usa il servizio “Gravatar”, ci metti l’immagine che preferisci e la usi in tutti i siti/blog in ambiente wordpress.
    @ leonardo: Strani veramente questi Us Open. ps: Ciao Mostro! 😉
    @ zago: E mo’ aspetto…..

    Risposta
  • 30 Agosto 2014 in 17:24
    Permalink

    Siamo fatti così, non riusciamo mai ad essere d’accordo su qualcosa.
    Poi c’è la questione delle battaglie personali, tutti ci indigniamo verso le ingiustizie del mondo ma quando arriva il momento di fare qualcosa c’è sempre qualcuno più propenso a tirar fuori dei soldi per salvare uno sconosciuto coleottero brasiliano piuttosto che darli per aiutare delle persone come lui.

    Risposta
  • 30 Agosto 2014 in 19:20
    Permalink

    In situazioni come quella dell’ape si può anche perdere un po’ di tempo, come è stato fatto, ed evitare polemiche da parte degli animalisti. Per quanto riguarda l’orso, invece, il discorso è più complicato e non mi stupirei se esistessero anche animalisti per convenienza.

    Risposta
  • 30 Agosto 2014 in 21:20
    Permalink

    Eccomi!
    Pensavo di riuscire a scrivere qualcosa d’intelligente o sorprenderti ma non nulla da aggiungere a quello che è già stato scritto dagli altri.
    Anzi, una cosa c’è. Mi è venuta la curiosità di assaggiare la carne d’orso, chiamami pure mostro numero due. 😀

    Risposta
  • 31 Agosto 2014 in 11:37
    Permalink

    Al 90% non risponderai perchè scappato chissà dove 😉 ma ti faccio comunque l’augurio di buona Domenica. 😀

    Risposta
  • 31 Agosto 2014 in 21:48
    Permalink

    Ho visto la scena completa della cattura dell’ape. Inutile che il raccattapalle metta l’asciugano nel cesto con fare disinvolto, tanto si è capito che l’insetto si beccato una bella strizzata.
    Occhio non vede cuore non duole. Giusto?

    Risposta
  • 1 Settembre 2014 in 19:34
    Permalink

    @ Sig Giovanni: Ormai sta diventando un cliché, siamo fatti così.
    @ ELISA MIRABELLA: Già, ma dubito che qualcuno lo possa ammettere pubblicamente.
    @ zago: Purché non si venga a dire che il mostro l’ho creato io! 🙂
    @ mex: Indovinato! Ringrazio e ricambio.
    @ paolo: Non so se l’associazione occhio/cuore sia corretta per la tua frase ma il significato é chiarissimo.
    @ skip: Per la gioia del cercatore di funghi! 😛
    – sparisco per un paio di giorni…. – 😉

    Risposta
  • 3 Settembre 2014 in 19:21
    Permalink

    Mi spiace per l’ape ma a casa mia si sarebbe presa una tranvata sulle gengive! L’orso no! Se me lo trovo davanti ha ragione lui, a prescindere. 😉

    Risposta
  • 8 Settembre 2014 in 18:07
    Permalink

    Emmm….i due giorni sarebbero passati 😐

    Risposta

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi