canvas pagine

Garanzia estesa degli elettrodomestici. Conviene?

microondeQuando si acquista un elettrodomestico presso qualche grossa catena commerciale ormai è prassi che vi propongano la loro “estensione alla garanzia della casa produttrice”, un’offerta che in molti casi può apparire interessante perché offre soluzioni come l’innalzamento fino a tre o cinque anni del periodo garantito dal produttore e la riparazione entro il primo anno per danni accidentali come, ad esempio, aver fatto cadere a terra un telefono cellulare.
Tutto molto interessante, tutto molto bello, ma vale veramente la pena sottoscrivere queste estensioni? Ora vi racconto una storia e poi ne parliamo.
12 Settembre. Compro un forno a microonde. Il prodotto è in offerta a 299 euro, mi propongono l’estensione della garanzia al costo di 40 euro, una cifra che si mangia gran parte dello sconto ma va bene così, accettiamo.
17 Novembre. Mi accorgo che la luce interna del microonde ha smesso di funzionare.
Ma come!? In questi due mesi l’avrò usato meno di dieci volte (e non è per dire) e già cominciano i fastidi?
Prendo scontrino e contratti e vado subito in negozio dove non trovo il commesso “esperto” che mi ha venduto il microonde (su questo ci torniamo) ma una commessa che dopo avermi ascoltato per un po’ m’invita a telefonare al numero (199….) del servizio clienti.
Torno a casa e telefono al servizio clienti (quello che dovrebbe garantirti il prodotto anche dalla caduta di meteoriti) il quale m’invita a contattare il servizio clienti della casa produttrice del microonde.
Telefono alla casa produttrice (altro 199…), l’operatrice mi anticipa che le lampadine non sono coperte da garanzia e mi da il numero del centro assistenza più vicino a casa mia (65 km).
Contatto il centro assistenza e mi sento dire che l’intervento per la sostituzione della lampadina mi verrebbe a costare 107 euro ma se desidero sostituirla da solo me la possono spedire a casa.
Ci penso un attimo,una premonizione mi fa rispondere: «Ma se apro il microonde non faccio decadere la garanzia? (O quello che ne rimane). Facciamo così, pago i 107 euro e la lampadina la cambiate voi».
25 Novembre. Arriva il tecnico. Inizia a smontare il microonde ma non riesce ad accedere al vano della lampadina, dopo un po’ è costretto a telefonare ad un collega per avere un aiuto.
Alla fine riesce ad aprire il microonde e li scopre che la lampadina presa in magazzino non è compatibile con il mio apparecchio. Il tecnico richiude tutto e se ne va mentre io rimango li ad immaginarmi intento a lottare contro un microonde inespugnabile se avessi accettato di ricevere la lampadina farlocca via posta.
Dopo qualche giorno telefona il responsabile del centro assistenza. Mi dice che ci vorrà del tempo per avere quella maledetta lampadina e che comunque posso ricominciare a usare l’apparecchio in tutta tranquillità, sorgessero problemi risponderebbero loro.
08 Gennaio. Arriva un nuovo tecnico, questa volta con la lampadina buona.
Porta anche le scuse della ditta per il ritardo dell’intervento, scuse tangibili perché prendono la forma di uno sconto (da 107 euro si passa a 60 euro) ed un omaggio dal valore commerciale di circa 20 euro.
In conclusione. Forse il mio è un caso di pura sfortuna perché (si dice) che siano rari i casi di lampadine difettose, ma proprio per questo troverei “statisticamente corretto” inserirle nelle garanzie. Trovo curioso (diciamo così) che ti pressino per convincerti della validità di queste garanzie estese ma poi, nel momento del bisogno, ti liquidino rapidamente delegando il tutto ad un call center. Questo aspetto mi rimane un dubbio: se invece della commessa “casuale” avessi ritrovato il commesso/responsabile di reparto che mi aveva venduto il microonde le cose sarebbero andate in modo diverso? La sua parole avrebbe avuto un qualche peso? Mi spiego: nei piccoli negozi dove trovi titolare più uno/due dipendenti paghi il prodotto qualcosa in più ma se ci sono problemi glielo riconsegni e se la sbrogliano loro anche (qui lo dico e qui lo nego) inventandosi problemi tecnici che facciano rientrare in garanzia le piccole scocciature non previste (vedi lampadina). Nei centri commerciali se sorgono problemi difficilmente ritrovi le stesse persone e tutte si limitano a svolgere il compitino assegnato senza andare oltre il dovuto.
Sbaglio? Confermate? Quali esperienze potete portare in merito?

Share

, , , , ,

35 commenti a Garanzia estesa degli elettrodomestici. Conviene?

  1. redbull 19 gennaio 2015 at 16:53 #

    Ciao, scusa se vadi fuori tema ma stavo aspettando da un po’, e con curiosità, un tuo nuovo post perchè mi aspettavo dicessi la tua sugli attentati in Francia.
    Non voglio dire che sono deluso ma ho trovato strano questo tuo silenzio.
    Adesso mi leggo la storia sul microonde.

    • Caìgo 19 gennaio 2015 at 17:14 #

      Ciao redbull, eccezionalmente ti rispondo subito (visto che sono qui 😛 ).
      La questione è molto semplice, la mia è stata una scelta.
      Ho scelto di NON scrivere ed ho scelto di NON commentare blog/forum sull’argomento.
      In questo sono stato agevolato (diciamo così…) da alcune mie situazioni personali che non mi hanno concesso tanti momenti di distrazioni ma anche in condizioni normali probabilmente me ne sarei stato ugualmente zitto. Ho comunque il tempo di leggere qualcosa e molto (decisamente molto) l’ho salvato come file di testo e un giorno potrebbe tornarmi utile per scrivere qualcosa.
      Nei giorni degli attentati mi è capitato di leggere di tutto, a dir il vero molte parole di “pancia” e poche di “testa” (così come per le dimissioni di Napolitano dove abbiamo dimostrato ancora una volta di essere un popolo a zero memoria) quindi mi è sembrato il caso che non fosse il opportuno buttarmi nella mischia.
      Più avanti (forse) dirò la mia.
      ps: Attendo una eventuale testimonianza sulle garanzie.

    • antonio 24 gennaio 2016 at 06:46 #

      Ho compratoun pc da unieuro asus da 1000 euro e ho fatto garanzia estesa costosa copertura totale anche da cadute,risultato il.pc nonfunzionava piu portato dal rivenditore ma non mi hanno riconosciuto nulla dicendo che ho aperto il pc cosa assurda che avrei fatto non acquistate garanzie unieuro.

      • Caìgo 24 gennaio 2016 at 13:48 #

        @ antonio: Grazie per la tua testimonianza.

  2. Sig Giovanni 19 gennaio 2015 at 18:09 #

    L’estensione della garanzia ti è costata 40 euro.
    L’intervento del tecnico ti è costato 60 euro che, tolto il valore di 20 euro del regalo, alla fine è diventato di 40 euro.
    Fai così, gioca al lotto il numero 40, magari ti saltano fuori i soldi per un nuovo microonde.

  3. redbull 19 gennaio 2015 at 18:18 #

    Scusa, spero di non essere stato inopportuno con il commento fuori tema di prima.
    Non ho mai sottoscritto queste garanzie estese anche perchè costano molto e vanno ad annullare gli sconti. Spero sempre che vada tutto bene con i miei acquisti e finora sono stato fortunato.
    Spero continui così! 🙂

  4. Chiara 19 gennaio 2015 at 19:37 #

    Complimenti per la premonizione! Io avrei accettato di farmi spedire la lampadina per posta e poi, sai che casino!! Uffa, queste complicazioni sembrano quasi premeditate per farci buttare via tempo e denaro. 🙁

  5. franco ruggeri 19 gennaio 2015 at 21:13 #

    Estensioni? Solo per elettrodomestici ad alto rischio usura come le lavatrici. Mi è già capitato di avere problemi dopo tre o quattro anni quindi il costo della garanzia si è ripagato.

  6. graziapavegrazia.pv 20 gennaio 2015 at 00:25 #

    Mai accettato di fare estensioni alla garanzia, il mio microonde ha 13 anni e non ha mai avuto problemi e lo uso tutti i giorni

  7. io ganimede 20 gennaio 2015 at 14:01 #

    Un cellulare comprato all’unieuro! Mi avevano detto che la garanzia copriva anche i piccoli incidenti.
    Caduto, scheggiato, lo porto in negozio e li cominciano a farmi mille storie.
    Ho imparato la lezione, mai più!

  8. Caìgo 20 gennaio 2015 at 21:24 #

    @ Sig Giovanni: Seeee!!!! Sembra vera!
    @ redbull: Tranquillo non c’è bisogno che ti scusi. 😉
    @ Chiara: Già, un semplice “si” avrebbe trasformato un fastidio in un incubo.
    @ franco ruggeri: Concordo, ho già vissuto questa situazione.
    @ graziapavegrazia.pv: 13 anni? Lo prendo come un augurio per il mio microonde. 🙂
    @ io ganimede: Che pretesto hanno usato? La garanzia non copre il “suicidio del cellulare? 🙄

  9. meninasallospecchio 20 gennaio 2015 at 23:43 #

    Io con 100 euro mi compravo due microonde nuovi. Il mio vecchio, pagato circa 50 euro, l’ho lasciato in campagna perché gli avevo rotto il piatto, ma funziona ancora dal 2002 (lampadina compresa). Quello nuovo, pagato anch’esso 50 euro, ha anche il grill, cioè ha già di più di quello che mi serve. Non ho mai capito che hanno questi da 3-400 euro di veramente utile. Lo so, sono OT. Avrai capito che l’estensione di garanzia non la pago, mi costerebbe più dell’elettrodomestico. In base alla mia esperienza è solo questione di fortuna: anche un elettrodomestico low cost può funzionare benissimo e a lungo, come uno costoso può guastarsi subito. Dato che lo considero in ogni caso un terno al lotto, preferisco non cadere tanto dall’alto.

  10. mex 21 gennaio 2015 at 17:15 #

    E quando l’oggetto si guasta subito dopo la scadenza della garanzia? Ti é mai successo?
    A me si! Sembra lo facciano a posta, incredibile! 😥

  11. Caìgo 21 gennaio 2015 at 21:41 #

    @ meninasallospecchio: Un microonde da 300 euro in realtà è un “multifunzione”, lo si usa anche come forno tradizionale e altro.
    Mi hanno raccontato che sul prezzo ci sarebbe parecchio da dire perchè può accadere di trovare microonde di marche diverse ma provenienti dalla stessa “catena di montaggio” dove i modelli più economici non sono poi così inferiori da quelli di marca.
    @ mex: Mi viene in mente una vecchia storia sulle lampadine. Stressate in fase di produzione perchè non durino trovo una volta commercializzate.

  12. stregamorgause 22 gennaio 2015 at 08:05 #

    non amo i microonde comunque , per altri oggetti non sono interessata ad estensione di garanzia. e tu mi confermi che faccio bene:-) ciao blu

  13. Getrotal 22 gennaio 2015 at 19:30 #

    Io porto una testimonianza positiva di una garanzia estesa ma devo precisare che non era quella del negozio, bensì dello stesso produttore dell’elettrodomestico (lavastoviglie) che la offriva gratuitamente previa registrazione.

  14. Caìgo 22 gennaio 2015 at 21:19 #

    @ stregamorgause: Allora diciamo che ho fatto da cavia . 🙂
    @ getrotal: Sarebbe interessante capire se il rapporto diretto con il produttore porta sempre, o almeno più spesso, a soluzioni/conclusioni positive.

  15. Sciarconazzi 23 gennaio 2015 at 11:31 #

    Tanti anni fa ho lavorato nel settore “Assistenza e ricambi” e lì ho – banalmente – compreso che tutta la faccenda “Assistenza e ricambi” è fumo negli occhi. Nel senso: quando si tratta di venderti il prodotto l’azienda/venditore ti assicura – A PAROLE – che “per qualsiasi eventuale problema, noi ci siamo” e che “pagando l’estensione di garanzia, Lei è in una botte di ferro!”
    Poi, però, se salta fuori una magagna sono caxxi tuoi. A maggior ragione se si acquista in un Centro Commerciale dove non sei un cliente ma un numero.

  16. Caìgo 23 gennaio 2015 at 18:13 #

    @ Sciarconazzi: La botte di ferro “arrugginisce” e già questo sa di segno premonitore. 😉

    • Sciarconazzi 25 gennaio 2015 at 23:03 #

      Uhm…consiglierò ai venditori di modificare la formula in “Botte di Titanio resistente agli agenti atmosferici e chimici”! 😀

  17. Martina 25 gennaio 2015 at 20:57 #

    Dovrei compare un televisore in settimana e so già che mi proporranno la garanzia estesa, mi sa tanto che non accetterò.

  18. Caìgo 27 gennaio 2015 at 17:41 #

    @ Martina: Condividere le esperienze porta a nuove consapevolezze e qualche risparmio.

  19. ELISA MIRABELLA (Pseudonimo) 27 gennaio 2015 at 21:38 #

    Personalmente mi sono sempre accontentata della garanzia annuale sui prodotti acquistati.
    Nonostante ciò, una volta rimasi molto male quando lo scaldabagno, ancora in garanzia, smise di funzionare. Il proprietario del negozio in cui lo avevo acquistato mi rispose che la ditta era fallita. Per quel motivo era decaduta anche la garanzia e la possibilità di farlo riparare. Fortunatamente, mio marito conobbe una persona esperta, a conoscenza del problema, che intervenne personalmente e riuscì a rimetterlo in funzione, naturalmente a pagamento, poiché la garanzia non aveva più valore.

  20. ZOT .. 9 luglio 2015 at 15:09 #

    ELISA ….per il primo anno o i primi 2 RISPONDE IL VENDITORE… certo a loro nn conviene farlo sapere in giro… e cercano di lavarsene le mani rimandando alla garanzia del produttore..

  21. Tony Pezza 27 novembre 2015 at 00:48 #

    Salve atutti, leggendo questo carinissimo botta e risposta sui post mi sono davvero divertito ed ho deciso di inserire una mia richiesta?
    A giorni sarei intenzionato di comprare una TV Lcd da 800 euro e mi hanno proposto un’assicurazione garanzia “RILASSATI” di Unieuro che copreirebbe la Tv sino a 5 anni, addirittra dicendo che se non riuscissero a ripararla mi sostituirebbero la Tv con una nuova, oltre a questo nei primi 6 mesi mi sostituirebbero lo schermo Tv anche in caso di rottura dei pixel, guasto che a sentir loro può verificarsi spesso e che nessun’ altra garanzia coprirebbe.
    Il problema è che questa estensione mi costa 129 euro, voi cosa mi consigliate?

    • Caìgo 27 novembre 2015 at 17:40 #

      @ Tony Pezza: Se ricordo bene la garanzia che ti hanno proposto è ammortizzabile a “botte” di sconti del 4% su futuri acquisti presso la loro catena.
      Per mia esperienza di buono c’è che hai la possibilità di recupera una bella fetta del costo tenendo presente che:
      A) Non recuperi tutto (salvo poco gradevole sindrome da acquisto compulsivo).
      B) Non è applicabile a prodotti in promozione.
      Diciamo che su articoli di un “certo valore” ci si può fare un pensiero visto che questa maledetta elettronica ha il brutto vizio di piantarsi per un nulla.
      Ciao

  22. alexanz 24 gennaio 2016 at 18:22 #

    salve , ieri ho comprato in un centro unieuro un computer lenovo z50 e la commessa mi convince a fare estensione (premetto che ho un bimbo di 4 anni e tocca tutto) , oggi che e’ domenica , non son soddisfstto del lenovo causa piccoli problemi e decido di cambiarlo , ma il commesso si irrita e dice di farmi un favore ma di lasciarlo e ritornare domani per eventuale cambio quale voglio fare , il mio dubbio e i miei pensieri sono stati subbito sull’estensione , cioe se mi fanno storie sul ripensamento figurati sull’incidente se si rompe cadendo, che per legge io ho cambiato idea e posso restituire ,e parliamo del giorno dopo , vi faro sapere come va e se riesco a cambiare eliminando l’estensione, un saluto alexanz

    • Caìgo 24 gennaio 2016 at 19:45 #

      Grazie alexanz, aspettiamo di vedere come va a finire.

    • matteo 6 marzo 2016 at 10:17 #

      Ciao, non è vero che per legge “hai cambiato idea e lo puoi restituire”. Il diritto di recesso esiste esclusivamente per le vendite online e telefoniche.

      • Caìgo 6 marzo 2016 at 21:47 #

        Vero, nei negozi “fisici” il commerciante ha la facoltà ma non l’obbligo d’accettare la restituzione del bene. Normalmente il bene viene sostituito con uno uguale o di pare valore, in alternativa si può ricevere un “buono” da spendere in altri prodotti all’interno del negozio stesso.

  23. Silvano 20 giugno 2016 at 23:29 #

    A me è capitata una cosa che ha dell’icredibile, acquisto una tv presso euronics di Roma Aurelio un lg 42 smart tv prezzo 449,00 euro ultimo esposto, il commesso mi dice che anche se esposto è nuovo ed in garanzia legale, mi propongono anche l’estenzione di garanzia che accetto attendo che il commesso faccia un reset alla tv me lo imballi e lo porto a casa. monto il piedistallo seleziono i canali ma l’apparecchio si vedono tutte righe, telefono al venditore che mi dice di riportare la tv presso di loro e cosi dopo meno di 4 ore mi trovo al centro, il commesso lo accende e mi dice che trattasi del pannello. Chiedo la sostituzione dell’apparecchio ma mi risponde a suo dire che lo avrei rotto io. Ne nasce una discussione e chiamo il 113 che arrivato sul posto sentendo quello che era accaduto invita il commesso a sostituire l’apparecchi ma riceve un no. Dopo numerose discussioni con il centro vendita e la direzione mi invitano a portare la tv all’assistenza lg Roma, ci vado porto la tv ma mi chiedono 490,00 euro per la riparazione di più di quanto avevo pagato l’apparecchio stesso. MI sono rivolto anche ad associazioni consumatori ma mi costava di più di avvocato, morale della favola mi sono ritrovato un tv doppia garanzia pagata e la tv giace imballata in cantina mai funzionato. Vergogna pura truffa!

  24. Desiree Raschio 17 ottobre 2016 at 19:32 #

    GARANZIA 3 DANNO ACCIDENTALE, LI CONTATTO PER LA SOSTITUZIONE DEL VETRO DEL CELLULARE CHE SI E’ ROTTO, HANNO FATTO PASSARE OLTRE UN MESE PER RICONTATTARMI, HANNO FATTO DI TUTTO PER NON VALIDARE LA GARANZIA, DI DEFAULT MI HANNO RISPOSTO CHE NON ERA VALIDA, POI DOPO LE MIE INSISTENZE, LA SCUSA DELLO SCONTRINO SBIADITO, DOPO LA DICHIARAZIONE DEL RIVENDITORE HANNO CAPITOLATO , ADESSO MI CHIEDONO DI SPEDIRGLIELO A
    BUSINESS COMPANY S.p.A.
    VIA IRNO, LOCALITA’ SARDONE
    84098 PONTECAGNANO FAIANO (SA)
    PENSAVO AVESSERO UN CENTRO ASSISTENZA AL NORD…. CHE SERVIZIO ASSURDO, LE 40 EURO PEGGIO SPESE, SE LE RISPARMIAVO MI ERO GIA’ PAGATA LA META’ DEL DANNO, ADESSO DEVO SPENDERE PER IL CORRIERE E CHISSA’ PER QUANTO DOVRO’ STARE SENZA TELEFONO.

    ROX.

  25. michele 23 marzo 2017 at 14:37 #

    La soluzione è semplice : volete un ottimo prezzo di acquisto ed un eccellente servizio post vendita? Comprate i prodotti venduti e spediti da Amazon e dormirete per due anni sonni tranquilli

  26. Filippo 21 aprile 2017 at 17:07 #

    Io con le estensioni di garanzia Unieuro non ho avuto particolari problemi: tv riparato in pochi giorni dopo 4 anni dall’acquisto; il telefono (spaccato) non lo hanno riparato, ma ho avuto il buono previsto dal contratto e nei tempi previsti…fortuna? Amazon: confermo anche se l’idea che paghino le tasse altrove un filino di fastidio me lo da.

Lascia un commento