canvas pagine

Caccia le zanzare con la nebulizzazione

L’estate è certamente uno dei momenti più piacevoli dell’anno ma si sa, c’è sempre qualche antipatica controindicazione. Una di queste è rappresentata dalle zanzare, quei piccoli animaletti che hanno nella loro vita un unico scopo: romperci le balle.
Ognuno ha il suo sistema, più o meno efficace, per difendersi dalle zanzare e non starò certo qui ad elencarli, mi limito a descriverne uno che ho scoperto da poco tempo: la nebulizzazione.
Ho visto per la prima volta questo strumento in azione durante una cena in un ristorante sito in una zona ad alto rischio zanzare (fitta vegetazione, corsi d’acqua…) e posso dire con assoluta certezza che il metodo si è dimostrato efficace.
Ma come funziona?
Ci sono due metodi.
Nel primo viene installato un impianto che va ad nebulizzare una o due volte al giorno, per pochi minuti, una soluzione d’acqua e prodotto ecologico antizanzare.
Nel secondo (quello che ho visto) si utilizza solo acqua. Il sistema nascerebbe come sistema di rinfrescamento e abbattimento polveri ma si dimostra super efficace anche contro le zanzare che vengono “infastidite” dalla temperatura più bassa e quel velo di umidità che posa sulle loro fragili alucce.
Ovviamente cambia completamente il funzionamento della macchina. Non più una o due nebulizzazioni al giorno ma brevi irrorazioni di alcuni secondi a intervalli di pochi minuti (vedi video in coda al post).
Va anche detto che per un uso casalingo temo che i costi non siano molto convenienti. Tutti quei «chiedi un preventivo» presenti nei siti dei produttori/distributori lasciano intendere che si tratti di prodotti rivolti ad un target professionale e le alternative economiche proposte su Amazon e simili dubito possano dare gli stessi risultati.
L’unica consolazione è che adesso, entrando in un locale dove sono presenti questi deterrenti contro le zanzare, sappiamo che potremo passare una serata tranquilla senza il rischio di doverci schiaffeggiare di continuo.

Share

, , , , , ,

26 commenti a Caccia le zanzare con la nebulizzazione

  1. Sig Giovanni 24 luglio 2017 at 13:40 #

    Nooo, lasciate in pace le mie amiche zanzare! Comprendimi, è l’unica occasione dove posso mollare dei ceffoni senza temere ritorsioni. Tanto la colpa ricade sulle zanzare! 😀

    • Caìgo 24 luglio 2017 at 21:22 #

      Certo che sei contorto! 😆

      • Sig Giovanni 24 luglio 2017 at 22:14 #

        E me ne vanto! 😋

  2. Arw 24 luglio 2017 at 15:33 #

    Io in casa mia utilizzo il sistema delle zanzariere :-), è ecologico e abbastanza economico. Fuori…si va di Autan, comunque nel comune dove vivo e anche nella località di vacanza sono previste periodiche disinfestazioni antizanzara. Il metodo suggerito a parte non essere economico,presumo richieda un consumo d’acqua e con questa siccità che ci tormenta non so se sia fattibile, certo nei locali sì ma per uso domestico non so.

    • Caìgo 24 luglio 2017 at 21:27 #

      Mio nonno diceva che serviva l’au-tant perchè le zanzare erano tantissime!
      Non credo che queste macchine consumino tanto acqua. Dove lavoro usiamo dei nebulizzatori (diversi e per altro utilizzo) ed il consumo è piuttosto contenuto.

      • Arw 26 luglio 2017 at 17:17 #

        Ok ma resta il fatto che per un uso casalingo mi sembra non costi poco da quanto dici, e da quanto ho capito è utile per i luoghi all’aperto come il giardino per esempio. Vabbè io continuo con l’autant e le pacche sulle gambe :), comunque il metodo se è efficace è utile ed ecologico

  3. leonardo 24 luglio 2017 at 17:41 #

    Ventilatori a grappoli! Avete mai fatto caso che se c’è vento le zanzare spariscono?
    Questa è la mia soluzione.

    • Caìgo 24 luglio 2017 at 21:29 #

      Beh, se abiti a Trieste e c’è la bora lo posso anche capire. Tu hai la casa piena di ventilatori? Anche all’esterno? 🤔

  4. Chiara 24 luglio 2017 at 20:37 #

    Bello, ma una soluzione per chi ha solo un terrazzo o al massimo un piccolo giardino? Non credo costerebbe tantissimo.

  5. Caìgo 24 luglio 2017 at 21:37 #

    In rete ho trovato un “kit portatile” da 400 euro e pure dei modelli da terrazzo da 30 euro.
    Efficacia tutta da verificare ovviamente.

  6. Dolce 25 luglio 2017 at 10:20 #

    Ben vengano queste invenzioni per scacciare ste maledette succhiasangue. Buona giornata. 🙂 Dolce

    • Caìgo 25 luglio 2017 at 21:30 #

      Ogni invenzione è buona se serve ad evitare zanzare e ceffoni (cit: Sig Giovanni). Buona giornata anche a te.

  7. Mex 25 luglio 2017 at 17:47 #

    Il video è tuo vero? Puoi dirci dove ti trovavi?
    Se non è un segreto.

    • Caìgo 25 luglio 2017 at 21:35 #

      Segreto direi proprio di no.
      Località Brussa, comune di Caorle (Ve).
      Il locale è il Mazarack, in rete si trovano parecchie informazioni.

  8. Parsifal 25 luglio 2017 at 22:19 #

    Interessante, anche mi piacerebbe sapere con cosa è fatto quel prodotto ecologico antizanzare.
    Magari il metodo con sola acqua è più dispendioso ma mi da più fiducia, in fondo quando piove o c’è vento le zanzare stanno buone.

    • Caìgo 27 luglio 2017 at 21:21 #

      Immagino si tratti di un prodotto a base di piretro ma non mi sbilancio. L’intervento di un esperto sarebbe gradito per fugare ogni dubbio.

  9. franco ruggeri 26 luglio 2017 at 18:31 #

    Ho cercato il locale su google, peccato sia lontano da casa mia perché è perfetto per uno come me che odia le zanzare ed ama mangiare.

    • Caìgo 27 luglio 2017 at 21:22 #

      Ma va! Odi le zanzare e ami mangiare? Uno dei…pochi! 🤣🤣

  10. vikibaum 27 luglio 2017 at 09:23 #

    ottima soluzione che conosco…ma non casalinga…io qui ora non ne ho…ciao blu <3

    • Caìgo 27 luglio 2017 at 21:24 #

      Aaahhhh… ti trovi in una zona esente-zanzare! Fortunata! 😉

      • vikibaum 27 luglio 2017 at 21:33 #

        sì ciaoooo allora il comm. è poi arrivato

        • Caìgo 27 luglio 2017 at 21:36 #

          Problemi…tecnici? 😁

          • vikibaum 27 luglio 2017 at 21:57 #

            sì non partiva il commento

            • Caìgo 27 luglio 2017 at 22:04 #

              Può capitare che i server s’inceppino. Poi (in genere) ripartono. Ciao ciao

  11. ReAnto 31 luglio 2017 at 10:32 #

    A mele zanzare non pungono , gli faccio schifo evidentemente 🙂

    • Caìgo 31 luglio 2017 at 21:26 #

      Ti scorre l’arsenico nelle vene…. 😈

Lascia un commento