canvas pagine

“Lui” ci sarà anche quest’anno

LUIDi “Lui” si son dette peste e corna, è stato osannato ed è stato maledetto, l’han dato tante volte per finito ma ogni volta, come una moderna araba fenice, ce lo siamo ritrovato protagonista della nostra politica.
A modo suo “Lui” è un genio. Beh, forse non proprio di suo ma dobbiamo dargli atto che sa circondarsi di gente capace, in grado di lavorare (bene) nell’ombra. “Lui” si circonda anche di altre persone decisamente meno capaci ma ugualmente utili. La fedeltà (Conquistata? Comprata?) è la loro miglior qualità.
Ma “Lui” con tutti i problemi che ha avuto, con tutte le critiche che gli sono piovute addosso, come fa a rimanere a galla?
Psicologia.
La memoria non sempre è del tutto onesta, a volte ricorda solo le cose che ci fanno piacere o ce le ripropone in versioni di comodo.
Ne consegue che se “Lui” dichiara «Vi prometto X posti di lavoro! Le aziende vi dovranno assumere!», ecco che da una parte la classe operaia drizza le orecchie felice per questa nuova opportunità ma dall’altra gli imprenditori iniziano ad agitarsi temendo imposizioni o comunque nuove interferenze sulla gestione delle loro attività.
Se poi “Lui” il giorno dopo smentisce la dichiarazione il gioco è fatto. La classe operaia si rabbuia e gli imprenditori si rasserenano.
Tutto finito? Decisamente no! Si arriva al momento delle nuove elezioni e cosa succede? I fedelissimi lo votano ad occhi chiusi, i detrattori votano qualunque cosa che non sia legata a “Lui” e gli altri? Gli indecisi?
Qualcuno si lascia trasportare da un ricordo confuso e lontano. Un ricordo che nella nostra mente si è annidato nella versione più comoda, così qualche operaio ricorderà la promessa di un posto di lavoro e qualche imprenditore ricorderà la smentita.
Qualcuno a nord, qualcuno al centro, qualcuno al sud… alla fine sono milioni.
Stai a vedere che al prossimo giro in giostra (perché questo sono le nostre elezioni) “Lui” ce lo ritroviamo ancora  protagonista!
E mentre noi Italiani discutiamo su regole e persone da cambiare (ma senza scontentare nessuno) gli altri, ovvero U.S.A. , Giappone e pure qualche socio Europeo, cominciano a dare veri segni di ripresa. Boh…  ci chiamano il “Bel Paese”! Qualcuno mi spieghi cosa significa.

Share

, , , , ,